Quali sono i diritti e i doveri dell'assicurato e dell'assicuratore?

Quali sono i doveri e i diritti dell'assicurato e dell'assicuratore? Quali sono i diritti che sono andati persi con la nuova normativa assicurativa RCA? Tutto quello che è necessario sapere per destreggiarsi adeguatamente all'interno del mondo assicurativo: conoscere i propri diritti e doveri per sottoscrivere polizze RCA in tutta tranquillità.

Il settore assicurativo prevede una serie di diritti e doveri che entrambe le parti coinvolte nell'accordo devono necessariamente rispettare.
Al fine di tutelare la loro persona, oltre che l'altra coinvolta nell'accordo assicurativo, sia l'assicuratore, sia l'assicurato hanno il dovere di considerare precise normative comportamentali, prime fra tutti quelle informative.
In particolar modo, qui di seguito, si forniranno tutti gli spunti per considerare attentamente i doveri e i diritti che riguardano le parti coinvolte in un contratto assicurativo di RCA.

QUALI SONO I DIRITTI PER L'ASSICURATO?

Dunque, chiarito il concetto che entrambe le parti devono e hanno il diritto di pretendere dall'altra il rispetto di una serie di clausole comportamentali, è opportuno soffermarsi attentamente su quelle che rientrano tra le competenze dell'una e dell'altra.
I diritti dell'assicurato sono riassumibili nei seguenti punti:

  • diritto all'informazione;
  • diritto alla chiarezza contrattuale;
  • il diritto alla prevenzione;
  • il diritto al servizio assicurativo;
  • il diritto al risarcimento;
  • il diritto alla reciprocità;
  • il diritto all'equo trattamento.

L'assicurato, o meglio dire, il cliente, che decide di fare richiesta per la sottoscrizione di un contratto assicurativo RCA detiene una serie di diritti che riguardano in un primo momento la sfera dell'informazione.
Per il cliente-consumatore, infatti, l'essere informato circa un prodotto rientra tra i suoi sacrosanti diritti; le notizie relative al prodotto venduto devono essere espresse in maniera chiara, completa e immediata.
In maniera specifica, per il cliente che decide di sottoscrivere una polizza assicurativa RCA, è necessario che egli sia in possesso di tutte le informazioni relative al contratto stilato, ma molto di più, è opportuno che le compagnie assicurative forniscano ai propri cliente i mezzi educativi finalizzati a garantire una scelta accorta e attenta tra i servizi messi a disposizione.
Inoltre, le compagnie assicurative hanno il dovere di rendere noto al proprio cliente sia il proprio andamento economico, oltre che informarlo sulle nuove forme assicurative.
Dunque, primo fra tutti, l'assicurato deve pretendere dalla compagnia assicurativa che venga tutelato il proprio diritto alla chiarezza contrattuale. Innanzitutto, i contratti assicurativi devono essere redatti con uno stile sintetico ma esauriente, ciò significa, ad esempio, che le clausole restrittive devono essere oggetto per uno spazio separato, evidenziato con caratteri di maggiore rilievo.
L'assicurato, in pratica, deve essere agevolato nella conoscenza di tutti gli elementi limitativi del contratto assicurativo RCA. Inoltre, l'assicurato deve attenzionare ogni singola parte del contratto, in particolar modo in quelle in cui esso viene personalizzato, a secondo delle esigenze e necessità del cliente firmatario.
L'Assicurato ha diritto di essere informato di ogni elemento utile e di tutti quei sistemi per la prevenzione e la diminuzione del sinistro.
L'assicurato, inoltre, deve pretendere che la compagnia metta il cliente nella condizione di trattare gli affari con intermediari altamente qualificati professionalmente.
Il cliente ha il diritto di essere protetto nel caso di trattative negative, quindi, l'assicurato ha il diritto che l'intermediario  del servizio assicurativo venga vigilato con estremo rigore dall'Autorità competente, contro le pratiche commerciali abusive.
I diritti del cliente assicurato non si esauriscono esclusivamente con la stipula delle polizze assicurative o con la riscossione dei premi, ma si protraggono e coinvolgono anche tutto il servizio assistenziale durate l'intera durata del contratto assicurativo, in modo tale da garantire al firmatario una continua assistenza tecnica nel caso di reclami.
Il diritto al risarcimento riguarda il pagamento dell'indennizzo spettante al momento della firma del contratto assicurativo: infatti, è indispensabile che vengano riportate tutte le condizioni generali che stabiliscano il termine entro il quale il pagamento deve avvenire. Solitamente tali norme sono identiche per tutte le compagnie assicurative.
Le compagnie assicurative non posseggono nessuna norma preferenziale a loro favore, tutt'altro, il contratto deve essere regolato secondo normative rispettose di entrambe le parti coinvolte.
Da tale diritto ne deriva quello di equo trattamento, in riferimento ai parametri nazionali ed internazionali; inoltre, l'offerta deve sempre  risultare adeguata alle quotazioni del mercato internazionale, con sistemi di copertura validi non solo nel mercato interno.

QUALI SONO I DIRITTI CHE L'ASSICURATORE HA PERSO CON LA NUOVA NORMATIVA?

Il decreto Destinazione Italia, emanato nel dicembre del 2013, inerente alle normative assicurative RCA, ha introdotto una serie di limitazione ai diritti dei consumatori. Quest'ultimi, ad esempio, hanno perso il diritto di provvedere alla riparazione dell'auto presso l'officina di fiducia, in quanto, qualora gli stessi intendessero procedere per questa via, tutte le spese e la differenza di costo di lavoro saranno a carico dei consumatori: in alternativa, le spese di riparazione verrebbero corrisposte da un riparatore convenzionato.  
Inoltre, l'assicurato ha perso una serie di altri diritti, quali i seguenti:

  • il diritto al risarcimento del danno al mezzo, nel caso in cui non si provvedesse alla riparazione;
  • il diritto al rimborso delle spese mediche e di cura, a meno che egli non li effettui presso centri medici convenzionati con le Assicurazioni.

QUALI SONO I DIRITTI E I DOVERI DELL'ASSICURATORE?

L'assicuratore è colui il quale si assume l'obbligo di risarcire l'assicurato nel caso in cui il cliente assicurato fosse coinvolto in un infortunio stradale e, per estensione, anche di pagare una prestazione nel caso in cui fosse attivata un'assicurazione nel ramo vita.
Poiché anch'egli si trova coinvolto nella sottoscrizione del contratto assicurativo anche per l'assicuratore è prevista una serie di diritti e doveri da rispettare all'interno del rapporto tra offerente e clientela.
Tra i principali diritti dell'assicuratore ritroviamo i seguenti:

  • avere una spiegazione dettagliata di tutti i servizi assicurativi che necessitano al cliente, visionare gli eventuali documenti , cosicché egli sia in grado di valutare correttamente il rischio che andrà a coprire;
  • ricevere il pagamento del premi entro il periodo di scadenza stabilito
  • richiedere tutta la documentazione prevista dal contratto, necessaria alla valutazione e liquidazione del danno nel caso in cui il proprio assicurato fosse coinvolto in un sinistro.

Di contro, però, in base a quanto detto precedentemente circa i diritti dell'assicurato, l'assicuratore deve anche assolvere i suoi principali doveri, ovvero i seguenti:

  • fornire al cliente tutte le informazioni in merito alle caratteristiche del contratto di assicurazione;
  • rispettare le regole di comportamento previste nel Codice delle Assicurazioni.

TUTTI I CONSIGLI PER FAR VALERE I PROPRI DIRITTI DI ASSICURATO  E DI ASSICURATORE

In base alla precedenti considerazioni, è facile affermare che entrambe le figure coinvolte all'interno del contratto assicurativo devono rispettare precise regole comportamentali, oltre che impegnarsi a corrispondere l'altra parte, al fine di tutelare l'accordo preso.
Il cliente firmatario dovrà essere messo al corrente di tutte le informazioni indispensabili  per procedere alla sottoscrizione del contratto. Al contrario, nel caso in cui il cliente fosse ritenuto inadeguato per procedere a tale accordo, è necessario che l'assicuratore lo faccia presente in maniera corretta, completa e facilmente comprensibile.
Altrettanto chiara deve essere la spiegazione per iscritto di tutti gli elementi principali del contratto di assicurazione, ancora prima di chiedere la sottoscrizione. In particolar modo, l'assicuratore deve attenzionare maggiormente le caratteristiche della polizza, la durata, i costi, i limiti di copertura ed gli eventuali rischi finanziari.
Il cliente deve ricevere una copia del documento da firmare, contenente tutte le informazioni sia sulla società di assicurazione, sia su tutte le forme di tutela di cui lo stesso può beneficiare; nel caso in cui il contratto venisse modificato, il cliente è tenuto a ricevere ogni volta una copia aggiornata. 

Articolo letto 5.195 volte

Dott.ssa Sara Tomasello