Premi assicurativi, quali previsioni per il 2015?

Oltre ogni aspettativa il 2015 si prospetta ancora negativo per il pagamento dei premi assicurativi. Colpite sopratutto donne e liberi professionisti.

Il nuovo anno assicurativo è da poco iniziato e già si presentano delle interessanti previsioni su uno degli elementi più temuti nel settore: i premi assicurativi. Confronti in particolare tra generi, categorie e regioni, per scoprire i più colpiti da un probabile aumento dei premi assicurativi nel 2015.

 Oltre un milione e mezzo di italiani potrebbero pagare dei premi più alti

Il portale " Facile.it" ha recentemente pubblicato i risultati di un'interessante indagine sui premi assicurativi e sulle previsioni del nuovo anno. Oltre 500.000 i preventivi analizzati, al fine di evidenziare un quadro chiaro e preciso sulla situazione italiana nel settore e sui prossimi costi. Tuttavia da un primo riscontro dei suddetti dati, sembra non esserci una previsione positiva per il 2015 sul fronte dei premi assicurativi, con una stima di oltre un milione e mezzo di italiani che saranno costretti al pagamento di un premio decisamente più alto rispetto allo scorso anno. Dopo infatti un primo calo nel 2014 della percentuale degli automobilisti penalizzati per aver commesso un incidente, ci ritroviamo dinanzi ad un piccolo aumento del suddetto fattore dalla precedente percentuale del 3,67% al 4,09%.

L'analisi sulle previsioni dei premi assicurativi per il prossimo 2015 del " portale Facile.it" ha concentrato quindi la propria analisi sulle categorie più colpite dal pagamento di un maggiore premio assicurativo, evidenziando ancora una volta una maggiore incidenza per le donne. Le care automobiliste in particolare sono sulla base degli ultimi dati registrati, meno esperte al volante degli uomini con percentuali del 4,76% che dovranno cambiare classe di merito ( gli uomini al contrario presentano percentuali del 3,73%). Oltre alle donne, sono maggiormente colpite da previsioni di più alti premi assicurativi, le categorie dei liberi professionisti con percentuali del 5,38% ( sempre in relazione al cambiamento per quest'anno della classe di merito).

Tabella sui generi e sulle categorie più colpite dai prossimi premi assicurativi

 

soggetti coinvolti

percentuali registrate

genere più colpito donne 4,76%
categoria più colpita liberi professionisti 5,38%

Rispetto infine a un confronto dal punto di vista delle Regioni con i maggiori premi assicurativi, ritroviamo al primo posto la Toscana ( con percentuali del 5,40% di automobilisti che ha  commesso almeno un incidente nel 2014) seguita da Lazio e Liguria, con percentuali del 5,35% e del 5,08%.

Tabella sulle Regioni più colpite dai prossimi premi assicurativi

 

podio Regioni italiane

percentuali registrate

primo posto Toscana 5,40%
secondo posto Lazio 5,35%
terzo posto Liguria 5,08%

Sulla base di questi ultimi dati però non c'è da arrendersi totalmente, ma al contrario attivarsi per delle soluzioni alternative al risparmio. Come evidenziato anche dall'amministratore delegato del "portale Facile.it", Mauro Giacobbe, sui vantaggi della comparazione delle tariffe, che può permettere di raggiungere dei risparmi notevoli anche del 65% sul costo assicurativo totale.

Articolo letto 145 volte

Dott.ssa Iolanda Piccirillo