Le assicurazioni per iPad: quali sono le migliori

Le assicurazioni per iPad esistenti attualmente nel nostro Pease non sono moltissime, in quanto molte compagnie non trovano evidentemente molto remunerativa questo tipo di copertura, a parte poche lodevoli eccezioni che permettono di far fronte a danni e smarrimento del device.

Sono ormai molti ad usare l'iPad per il proprio lavoro, cosa che consiglia di conseguenza ad assicurarlo per evitare brutte sorprese, anche perché lo stesso può diventare una vera stazione lavorativa viaggiante dotata di un archivio formato da file multimediali molto importanti. Proprio il suo costo di mercato, che supera i 500 euro solo nella versione base, per aumentare in maniera sensibile ove si desideri avere una maggiore potenza in memoria o la connettività, ne fa un possibile oggetto di desiderio per eventuali malintenzionati. Una circostanza che consiglia perciò la stipula di una assicurazione in grado di far fronte alle conseguenze di un furto o di un guasto, senza doverci sottoporre di nuovo ad una spesa che, soprattutto in tempi di crisi, può sbilanciare l'economia familiare.
Al proposito, va messo in rilievo come in Italia l'offerta di prodotti assicurativi al riguardo sia ancora molto al di sotto di quella vigente in altri paesi europei, probabilmente a causa del fatto che le compagnie non trovano particolarmente remunerative queste polizze oppure di una scarsa domanda in tal senso. In ogni caso qualcosa si può reperire, sia da parte delle compagnie telefoniche che nel settore assicurativo.

L'iPad è un prezioso ausilio lavorativo

(L'iPad è uno strumento per il lavoro e andrebbe quindi assicurato)

La prima di queste offerte è quella proposta da Tre (H3G), operatore telefonico che ha messo in campo una polizza riservata alle aziende che hanno sottoscritto un contratto telefonico. Disponibile in due versioni, una da 9 euro mensili, Kasko Full, e una ridotta, ovvero Kasko Mini, da 6 euro al mese. La differenza tra le due consiste nel fatto che la prima si attiva in maniera illimitata, mentre la seconda entra in gioco al massimo una volta all'anno. Entrambe vanno a coprire tutti gli eventuali danni accidentali in cui potrebbe incappare il nostro tablet, ma non il furto o lo smarrimento del dispositivo. 
Anche Vodafone prevede una copertura di questo genere, One Service Kasko, per tutti i modelli iPad attualmente disponibili sul mercato. La polizza va stipulata all'atto della sottoscrizione del contratto e prevede una copertura per la rottura di alcuni componenti, derivante da cadute o guasti causati dalla eventuale infiltrazione di liquidi. Anche in questo caso, manca però la copertura per smarrimento o furto del tablet. Il costo previsto per l'attivazione della polizza è di 10 euro al mese, che vengono addebitati ogni due mesi sulla bolletta telefonica. In caso di incidente, il device deve essere consegnato in un negozio Vodafone nel termine di sette giorni, con il costo della riparazione totalmente a carico del gestore.
Si fa notare a sua volta TIM, che offre due possibilità, Sempre Sicuro e Sempre Sicuro Light. Nel primo caso, sono possibili due sostituzioni nell'arco di un anno solare, con la consegna di un tablet nuovo o riparato direttamente nella propria abitazione, entro il termine di due giornate lavorative. In questo caso è coperto anche il furto e prevede un pagamento di 99 euro annuali, più un contributo di 60 euro in caso di sostituzione del tablet. Sempre Sicuro può essere attivata solo in caso di acquisto di un iPad dotato di connessione Mobile, da effettuare in un centro autorizzato, escludendo quindi l'acquisto online. Nella seconda evenienza, può avvenire una sola sostituzione nell'arco di dodici mesi e il dispositivo viene sostituito o riparato entro cinque giorni dalla consegna, che deve aver luogo presso un centro TIM. La copertura è però solo per i danni accidentali, escludendo cadute. Il costo annuale è di 49 euro, cui occorre aggiungerne 125 in caso di sostituzione.   

Anche l'iPad può essere assicurato da danni e furti

(Anche l'iPad può essere assicurato da danni e furti)

Vi sono poi le offerte delle compagnie di assicurazione, a partire da BNL Multimedia, che non sono vincolate ad eventuali acquisti o alla presenza della connettività mobile. La copertura di BNL consente di coprire qualsiasi tablet sia dai danni accidentali che dal furto. Il massimale di danno coperto è pari al valore più alto rilevato sul sito trovaprezzi.it, e per poterla stipulare, al prezzo di 7 euro al mese, è necessario solamente lo scontrino fiscale di acquisto del prodotto.
C'è poi l'offerta di Findomestic, Protezione Multimedia, molto simile a quella di BNL, con un costo di sette euro al mese, con coperture sia in caso di furto che di danni accidentali che non possano essere riparati. Anche in questo caso basta lo scontrino fiscale per la sottoscrizione della proposta.
Infine, una copertura che arriva direttamente da Apple, ovvero AppleCare+, una offerta di cui si può usufruire sia presso gli Store della compagnia di Cupertino che sull'Apple Store Online, da attivare tramite un codice e valida per un intero biennio dietro corresponsione di 99 euro in soluzione unica. Oltre al supporto tecnico hardware, offre quello telefonico per il software e una protezione per danni accidentali e scarsa durata della batteria. In questo secondo caso, la sostituzione della batteria è gratuita ove questa scenda sotto il 50% della durata prevista in origine. Le riparazioni in caso di danno sono due al massimo e costano 49 euro, da versare all'atto della riparazione.

Articolo letto 3.311 volte

Dott. Dario Marchetti