Rinuncia alla rivalsa Rc auto, tutto quello che occorre sapere

Per non incorrere in pessime sorprese, occorre sapere che le compagnie assicurative possono rivalersi sull'assicurato in caso di incidente causato da alcune mancanze gravi o comportamenti incauti, eventualità che può essere scongiurata pagando un premio per la rinuncia alla rivalsa.

Prima di firmare un contratto assicurativo, sarebbe sempre meglio sincerarsi del suo reale contenuto. Inoltre, andrebbero conosciute nel minimo dettaglio alcune tematiche ben precise, che possono evitare di incorrere in spiacevoli sorprese, confidando su false certezze che possono essere smentite nel breve volgere di un attimo, mettendo a serio repentaglio la propria sicurezza economica.

La rinuncia alla rivalsa, una garanzia in più

Forse non tutti coloro che hanno sottoscritto una Rc auto sanno che in caso di sinistro provocato per alcuni comportamenti rischiosi, ad esempio la guida in stato di ebbrezza o sotto il palese effetto di sostanze stupefacenti, la revisione dell'autoveicolo mai effettuata, la guida con una patente scaduta o la violazione delle norme che regolano il carico dell'autoveicolo, la propria compagnia è da un lato tenuta a pagare i danni che ne sono conseguiti, ma può rivalersi dall'altro sull'assicurato. Una rivalsa naturalmente proporzionata ai danni causati dall'utente, i quali possono talora essere ingenti e che quindi può comportare la vera e propria rovina economica dell'assicurato, nonostante il contratto stipulato.

Cos'è la rinuncia alla rivalsa

Per garantirsi al meglio da questa eventualità, l'assicurato può a sua volta mettere in campo un ulteriore strumento, ovvero la rinuncia alla rivalsa da parte della propria compagnia di assicurazione. Si tratta di una clausola la quale comporta sempre una maggiorazione del costo del premio assicurativo, ma che allo stesso tempo andrebbe presa in seria considerazione, non solo da chi rientra nelle categorie degli utenti a rischio, ma anche da chi non vuole avere problemi di alcun tipo.

La rivalsa è un preciso diritto delle compagnie assicurative

Va ricordato che la rivalsa è un diritto inalienabile delle compagnie di assicurazione. Dopo aver provveduto alla liquidazione del risarcimento danni dovuto alle terze persone coinvolte in un sinistro, esse possono chiedere al proprio assicurato, un rimborso nel caso vengano appurate le gravi violazioni del Codice della Strada già accennate in precedenza.

 La rinuncia alla rivalsa è una opportunità da considerare con attenzione

(La rinuncia alla rivalsa è una opportunità da considerare con attenzione)

Proprio questa eventualità dovrebbe portare ad una seria riflessione, in quanto accadimenti di questo genere sono molto più frequenti di quanto non si pensi. Basti pensare ad esempio alle tante occasioni in cui si esce magari con degli amici e si beve una birra in più, senza avere l'accortezza di lasciar passare gli effetti dell'alcool. Oppure si decide di caricare la propria macchina senza avere ben chiaro il limite oltre il quale non bisogna andare per non metterne a repentaglio la stabilità. Insomma, una casistica che non si fonda soltanto sulla sottovalutazione o sull'incoscienza, ma anche sulla fatalità. Ecco perché la rinuncia alla rivalsa andrebbe attentamente soppesata in sede di firma del contratto di assicurazione per la propria autovettura.

A chi può convenire la rinuncia alla rivalsa

Le clausole di rinuncia alla rivalsa sono in effetti previste da tutte le compagnie e sono da prendere in considerazione soprattutto da chi ha figli giovani che sono magari alle prime esperienze alla guida di un autoveicolo. Proprio la baldanza dei più giovani e la loro tendenza ad infrangere regole di prudenza che andrebbero invece sempre rispettate, dovrebbero essere base di attenta ponderazione. Si tratta di una precauzione che comporta una spesa aggiuntiva, ma che può rivelarsi molto proficua, nel caso di un malaugurato incidente.

Le varie possibilità

Va anche aggiunto che la rinuncia alla rivalsa può essere graduata da parte della stessa compagnia assicurativa. Tra i tipi di clausola di rinuncia alla rivalsa, infatti, rientrano anche quelle più economiche, ovvero che comportano il pagamento di un premio meno oneroso, in quanto non escludono del tutto la possibilità della compagnia di rinunciare alla rivalsa sul suo assicurato, ma provvedono a porre un limite preciso. Se, ad esempio, il limite della rivalsa è fissato a quota 3mila euro nel caso di guida in stato d'ebbrezza, l'incidente che veda un danno superiore a quella cifra potrà comportare la rivalsa da parte della compagnia solo fino ad un massimo di 3mila euro, mentre il resto sarà a totale carico dell'assicurazione.

Si può anche procedere ad un meccanismo nel quale la compagnia rinunci alla rivalsa nel caso del primo incidente, assicurandosi invece il procedimento per tutti quelli successivi, oppure alla rinuncia in caso il sinistro non sia seguito da condanne penali. Una eventualità, quest'ultima, che può verificarsi generalmente negli incidenti che abbiano comportato danni causati alle persone. Se nel procedimento per lesioni colpose o omicidio colposo, l'assicurato riporti una condanna che passa in giudicato, l'assicurazione può a sua volta procedere alla richiesta della rivalsa e di conseguenza alla restituzione della somma che è stata versata alla persona danneggiata o alla sua famiglia.

Articolo letto 4.343 volte

Dott. Dario Marchetti