Tassazione polizze vita: assicurazioni sottoscritte fino al 2011, esenzione, detrazione e imposte

Qual è il trattamento fiscale applicato alle polizze vita stipulate, rinnovate, acquistare fino al 31/12/2011? Che cosa cambia rispetto alle assicurazioni vita in caso vita o in caso morte stipulate dopo il 31/12/2011? Ecco tutte le informazioni su esenzione e imposte sul capitale.

Il Dlgs 47/00 è il regolamento che ha sancito un forte divario nella tassazione delle assicurazioni vita stipulate e o rinnovate in seguito al 01/01/2001 e quelle acquistate prima di tale data. La modifica comprende il differente trattamento fiscale adottato per la stessa tipologia di polizza, il cui unico fattore a differenziarle è proprio la data di acquisto o rinnovo. Ma vediamo insieme nei dettagli, tra informazioni e tabelle qual è l'effettiva tassazione e il trattamento fiscale adottato per le polizze vita in base alla data di acquisto, rinnovo o finalità di sottoscrizione.

Tassazione delle polizze vita stipulate dal 2001 al 31 dicembre 2011

Un'assicurazione vita stipulata tra il 01/01/2001  e il 31/12/2011 presenta un trattamento fiscale differente in base alla finalità per cui è stata sottoscritta. Per queste tipologie di polizza vita non è applicata nessuna tassazione sulla somma del premio versato e non è possibile fruire di nessuna detrazione fiscale, per cui il costo del premio risulta maggiormente onerose rispetto alle altre forme di polizza vita.

Un'assicurazione vita sottoscritta nel periodo sopra indicato prevede una particolare tassazione anche nella prestazione di liquidazione del capitale al termine della durata del contratto. L'importo del riscatto prevede:

  • esenzione dalla dichiarazione IRPEF;
  • ritenuta a titolo d'imposta pari al 20% sulla plusvalenza;
  • quota riconducibile a titoli pubblici con tassazione al 12,50%.

Tassazione polizze vita 2001-2011: TABELLA ESENZIONE

Per comprendere meglio, qui di seguito si riassume il trattamento fiscale applicato su un'assicurazione vita in caso morte e la tassazione adottata durante la liquidazione del capitale spettante:

POLIZZA VITA STIPULATA TRA IL 2001 E 2011 TASSAZIONE
SOMMA DEL PREMIO NON DOVUTA
DETRAZIONE FISCALE NESSUNA
DICHIARAZIONE IRPEF ESENTE
IMPOSTA SULLA PLUSVALENZA 20%
QUOTA RICONDUCIBILE A TITOLI PUBBLICI 12,50%

Tassazione polizze vita 2001-2011:  LIQUIDAZIONE

Il regime di tassazione delle prestazioni di un'assicurazione vita di questa tipologie prevede delle differenze nel caso di premorienza in cui l'importo tale liquidato è totalmente esente dalla dichiarazione IRPEF e le plusvalenze dalla tassazione del 20% ritenuta a titolo di imposta.

Anche nella Liquidazione del capitale sottoforma di rendita, il contratto di assicurazione vita stipulata tra il 01/01/2001 e il 31/12/2011 prevede che tale importo erogato non costituisca una fonte di reddito Irpef assoggettato per cui alla tassazione e la sua rivalutazione annua presenta l'applicazione della tassazione al 20% come capital gain (si esclude la quota riconducibile a titoli pubblici/equivalenti tassata al 12,50%, come esposto anche sopra) Per comprendere meglio, osserva anche la tabella seguente:

POLIZZA VITA STIPULATA TRA IL 2001 E 2011 TASSAZIONE PRESTAZIONI
PREMORIENZA
ESENTE IRPEF
CAPITALE LIQUIDATO
NON SOGGETTO A REDDITO IRPEF
CAPITALE RISCATTATO
RIVALUTAZIONE ANNUA E TASSAZIONE AL 20%
IMPOSTA SULLA PLUSVALENZA 20%

Tassazione polizze vita 2001-2011: FINALITA' ASSICURAZIONE

Nella polizza vita con finalità assicurativa, ovvero la tipologia di assicurazione che permette di versare un premio annuo per tutelare i propri cari o eredi nel caso di verifica di decesso del soggetto assicurato o di inabilità temporanea o permanente,  non si applica la tassazione sull'importo del premio versato, ma è possibile fruire della deducibilità del premio pagato per una percentuale del 19% su un tetto massimo di 1.291,14 euro, come esposto nella tabella sottostante:

POLIZZA VITA STIPULATA TRA IL 2001 E 2011 IMPORTO
DETRAZIONE FISCALE 19%
PREMIO VERSATO
NESSUNA TASSAZIONE
TETTO MASSIMO DELLA DETRAZIONE FISCALE
1.291,14 EURO

Tassazione polizze vita 2001-2011: VITA CASO VITA

Se si è sottoscritta un'assicurazione vita in caso vita, il premio versato ha un piano di investimento con scadenza e al termine del contratto, il soggetto sottoscrittore, se ancora in vita, può richiedere il riscatto della somma. Con questa tipologia di assicurazione vita, la prestazione di liquidazione del capitale permette di ottenere delle esenzioni:

  • dalla dichiarazione IRPEF;
  • sulla plusvalenza con ritenuta a titolo d'imposta del 20%.

NOTA BENE: la ritenuta a titolo d'imposta del 20% non è applicata nella quota riconducibile a titoli pubblici o equivalenti, già tassata al 12,50%.

Tassazione polizze vita 2001-2011 VITA CASO VITA: TABELLA ESENZIONE

Per comprendere meglio, qui di seguito si riassume il trattamento fiscale di un contratto di polizza vita in caso vita, la tassazione adottata durante la liquidazione del capitale spettante e le somme non dovute:

POLIZZA VITA caso vita STIPULATA TRA IL 2001 E 2011 TASSAZIONE
SOMMA DEL PREMIO ESENTE DICHIARAZIONE IRFEF
IMPOSTA SULLA PLUSVALENZA TITOLO IMPOSTA DEL 20%
QUOTA RICONDUCIBILE A TITOLI PUBBLICI: ESCLUSA
GIA' TASSATA AL 12,50%

Tassazione polizze vita 2001-2011: VITA CASO VITA e PREMORIENZA

Nel caso di premorienza, con la sottoscrizione di un'assicurazione vita in caso vita, l'importo da liquidare è totalmente esente dalla dichiarazione Irpef, mentre l'operazione di liquidazione del capitale rendita, oltre che esente dalla dichiarazione irpef, la polizza vita prevede la rivalutazione annua della rendita, tassata al 20% come capital gain (sempre escludendo la quota riconducibile a titoli pubblici o equivalenti, che sono tassati al 12,50%). Per comprendere meglio, osserva anche la tabella sottostante:

POLIZZA VITA caso vita STIPULATA TRA IL 2001 E 2011 TASSAZIONE
PREMORIENZA
ESENTE IRFEF
CAPITALE RENDITA
20% IMPOSTA COME CAPITAL GAIN
QUOTA RICONDUCIBILE A TITOLI PUBBLICI - ESCLUSA
TASSATA AL 12,50%

Tassazione polizze vita FINO AL 2000: COSA CAMBIA?

Un regolamento differente vige per la tipologia di assicurazione vita stipulata entro il 31 dicembre 2000, ovvero prima della data del 01/01/2001 incriminata. Per tutte le polizze vita sottoscritte entro il 31/12/2000, la tassazione del premio versato è pari alla ritenuta d'imposta del 2,5%. E' anche possibile fruire della detrazione fiscale fino a un tetto massimo di 1.291,14 euro ma solo nei casi sotto esposti:

  • polizza della durata quinquennale;
  • il sottoscrittore della polizza vita coincide con l'Assicurato;
  • l'Assicurato è a carico del soggetto che contrae la polizza vita.

Tassazione polizze vita FINO AL 2000: TABELLA ESENZIONE

Per comprendere meglio, qui di seguito si riassume il trattamento fiscale applicato su un'assicurazione vita in caso morte sottoscritta fino al 31/12/2000 e la relativa  tassazione adottata durante la liquidazione del capitale:

POLIZZA VITA STIPULATA FINO AL 2000
TASSAZIONEREQUISITI ESENZIONE
PREMIO RITENUTA D'IMPOSTA AL 2,5%
POLIZZA QUINQUENNALE
DETRAZIONE FISCALE FINO A 1.291,14 EURO
SOTTOSCRITTORE COINCIDE CON L'ASSICURATO
DICHIARAZIONE IRPEF ESENTE L'ASSICURATO E' A CARICO DEL SOTTOSCRITTORE

Tassazione polizze vita FINO AL 2000: ESENZIONE LIQUIDAZIONE

L'operazione di liquidazione del capitale al momento della naturale scadenza della polizza vita ha una tassazione sulla prestazione che equivale al:

  • 12,50% sulla plusvalenza con ritenuta a titolo d'imposta;
  • l'imposta del 12,50% si riduce del 2% per ogni anno della durata della polizza vita se questa è stata sottoscritta per un periodo superiore ai 10 anni;
  • il riscatto non costituisce reddito soggetto a Irpef.  

NOTA BENE: in caso di premorienza,  le plusvalenze non sono soggette a ritenuta d'imposta e le somme capitale liquidate non costituiscono reddito soggetto a Irpef. Allo stesso modo, la tassazione della prestazione nell'erogazione della rendita vitalizia non costituisce reddito imponibile per il 60% dell'importo complessivo annuo.

Tassazione polizze vita FINO AL 2000: TABELLA ESENZIONE

Per comprendere meglio, si propone una tabella in cui si riassume il trattamento fiscale applicato su un'assicurazione vita in caso morte sottoscritta fino al 31/12/2000 e la relativa  tassazione adottata durante la liquidazione del capitale: si ricorda che questa tipologia di assicurazione vita, per ottenere l'esenzione e le relative detrazioni fiscali, deve essere stipulata per una durata di almeno 5 anni.

POLIZZA VITA STIPULATA FINO AL 2000
TASSAZIONE
LIQUIDAZIONE CAPITALE
12,50% CON RIDUZIONE DEL 2% PER OGNI DI POLIZZA SUPERIORE A 10 ANNI
PLUSVALENZA
12,50% CON RITENUTA A TITOLO D'IMPOSTA
CAPITALE/RISCATTO
NON SOGGETTO A REDDITO IRPEF

Articolo letto 27.176 volte

Dott.ssa Maria Francesca Massa