I fondi comuni di investimento: QUANTO convengono e QUANTO si guadagna?

I fondi comuni di investimento sono uno strumento di risparmio, conservazione e ricavo dalle proprie somme di denaro, scegliendo la tipologia di fondo in cui investire attraverso una valutazione del livello di rischio. Ma come fare per non sbagliare; cosa valutare e cosa controllare?

Per ottenere una somma aggiuntiva alla vostra pensione non vi sono solo i fondi pensione ma anche altre tipologie di previdenza complementare che si occupano di gestire i vostri risparmi in maniera totalmente differente al quella dell'investimento da parte di una compagnia assicurativa ma comunque totalmente efficiente e interessante da conoscere: si tratta dei fondi comuni di investimento. Vediamo insieme le caratteristiche principali, la forma di conservazione dei propri risparmi, la sicurezza e la convenienza.

I fondi comuni di investimento: COSA SONO?

I fondi comuni di investimento costituiscono degli strumenti per conservare i propri risparmi tramite la creazione di un fondo da parte di soggetti lavoratori o no. Tale forma di investimento è stata istituita in Italia nel 1983 e prevede la disposizione di fondi con la funzione di gestione di quote di denaro tramite l'investimento sul mercato azionario.

Il patrimonio complessivo dei fondi comuni di investimento è dato da quote detenute e versate dai propri clienti, disponendo che ogni utente abbia gli stessi livelli di rendita, di ricavo e di perdita, in quanto un fondo di risparmio comune. Con la sottoscrizione di un fondo comune di investimento infatti si ha un ricavo proporzionale alle quote detenute e investite, prevedendo comunque gli stessi fattori di ricavo o di perdita in base all'andamento del mercato azionario.

A tal proposito, ogni tipologia di fondo comune di investimento prevede un suo regolamento, in cui si stabilisce, fin dalla sottoscrizione del contratto di partecipazione al fondo, il numero delle quote che è possibile detenere, le modalità di accesso alla forma di investimento e di eventuale uscita dallo stesso. Inoltre, il regolamento del fondo comune di investimento prevede la modalità di liquidazione del fondo capitale e dei ricavi, ferma accettazione della disciplina all'entrata al fondo comune di investimento.

I fondi comuni di investimento: TIPOLOGIE

I fondi comuni di investimento sono gestiti da particolari società di proprietà di Istituti bancari o compagnie di assicurazione e sul mercato finanziario esistono quattro tipologie di fondi comuni di investimento:

  • i fondi comuni di investimento ad accumulazione;
  • i fondi comuni di investimento a distribuzione;
  • i fondi comuni di investimento aperti;
  • i fondi comuni di investimento chiusi.

I fondi comuni di investimento: le QUOTE

I fondi comuni di investimento a distribuzione prevedono la ricezione a scadenza di cedole in cui sono indicati i guadagni maturati con le proprie quote detenute, mentre i fondi comuni di investimento ad accumulazione prevedono la liquidazione complessiva del guadagno finale delle proprie quote. Entrambe le tipologie di fondo comune di investimento prevede l'acquisto di un numero di quote volontario in un'unica soluzione o a rate, in base ad un piano di accumulo.

I fondi comuni di investimento aperti prevedono l'iscrizione a qualsiasi categoria lavorativa e in qualsiasi momento, con qualsiasi numero di quote, restando che la liquidazione del capitale è possibile solo in seguito al pagamento di cinque anni di versamenti; i fondi comuni di investimento chiusi prevedono un limitato di quote. Per comprendere meglio, si visioni il video informativo seguente, tratto da "Salvadenaro":

I fondi comuni di investimento: ALTRE TIPOLOGIE

Un ulteriore distinzione di fondi comuni di investimenti è:

  • hedge fund;
  • fondi di fondi;
  • index fund;
  • exchange traded fund.

I fondi comuni di investimento: nel DETTAGLIO!

  • Gli hedge fund sono la soluzione di fondi comuni di investimento ideali per investitori istituzionali o privati che dispongono di capitali elevati, in quanto tali forme di fondo hanno un alto tasso di rischio in proporzione all'alto livello di redditività;
  • i fondi di fondi investono in altri fondi di investimento, come i sopra menzionati tra hedge fund;
  • gli index fund appartengono alla categoria di fondi comuni di investimento il cui guadagno dalle quote detenute è dato dagli indici di mercato, in quanto costituiscono una forma di investimenti passivi e presentano dei costi di gestione molto bassi. Si suddividono nella sottocategoria dei:
  • exchange traded fund (ETF), che prevedono un rendimento legato agli indici strutturati di mercato e sono quotati sui mercati regolamentari, come l'ETF plus per l'Italia, l'Amex per gli USA.

I fondi comuni di investimento: il RISPARMIO e il GUADAGNO

I fondi comuni di investimento costituiscono una forma di risparmio e di guadagno molto vantaggiosa, che può però diventare anche una forma di investimento capace di causare la perdita delle quote di capitale. Sul mercato finanziario è facile trovare la proposta di acquisto di quote di fondi comuni di investimento e SICAV, considerati dei prodotti di investimento flessibili ma che devono essere conosciuti nel dettaglio prima della loro sottoscrizione.

E' importante considerare il fatto che non è possibile prevedere il livello di rischio di perdita delle quote detenute con la sottoscrizione di questa tipologia di forma di investimento ma è comunque indispensabile e possibile decidere per per tempo la scelta del territorio in cui si desidera investire, impiegando solo le somme di denaro che veramente ci si può permettere di investire.

I fondi comuni di investimento: COSA VALUTARE

Per comprendere a quale fondo comune di investimento aderire è importante valutare come prima cosa la composizione di titoli in portafoglio, ovvero la linea di gestione , che corrisponde al livello di rischio, in base agli indici di mercato, i benchmark, che costituiscono gli unici parametri oggettivi di riferimento per valutare i possibili rendimenti delle quote acquistate.

E' comunque da considerare il fatto che anche questa tipologia di parametri non è infallibile nella scelta di un fondo comune di investimento che permetta di guadagnare, valutando anche i seguenti parametri di misura:

  • deviazione standard in cui è indicata la variabilità del rendimento del fondo rispetto alla sua media;
  • beta, in grado di sensibilità di un fondo rispetto all'indice di riferimento (benchmark);
  • indice di correlazione, che indica come è correlato il fondo con il benchmark di riferimento;
  • indice di Sharpe, il quale misura il rischio per un'unità di rendimento percentuale;
  • indice di Modigliani, che permette di confrontare il rendimento del fondo con quello del mercato di riferimento;
  • indice di Sortino, che prende in considerazione la propensione al rischio dell'investitore;
  • R quadro, il quale permette di misurare l'adattamento del fondo al mercato di riferimento;
  • tracking error volatility, in cui si misura la differenza di rendimento del fondo rispetto al benchmark;
  • duration, che misura la sensibilità di titoli o fondi obbligazionari al variare dei tassi di interesse.

I fondi comuni di investimento: il VIDEO INFORMATIVO

Per ricapitolare e comprendere meglio, qui di seguito si propone un video informativo in cui si spiega in pochi minuti che cos'è un fondo comune di investimento, le tipologie e le caratteristiche della quota da tenere e da investire per ottenere un guadagno e allo stesso tempo conservando e risparmiando i propri soldi: il fondo comune di investimento è paragonato a una scatola, un contenitore di risparmi, ridotti dalle commissioni di accesso e di gestione, che ogni utente paga senza accorgersene.

Articolo letto 5.221 volte

Dott.ssa Maria Francesca Massa