Tutti i tipi di fondi pensione: ma cosa sono realmente e QUANTO si riesce a ottenere in più della pensione?

Non è facile fare chiarezza sul mercato della previdenza complementare in cui giornalmente si sente parlare di pensioni integrative e di fondi di pensione: esattamente cosa sono? Davvero si ottiene qualcosa in aggiunta alla pensione? Vediamo le tipologie esistenti sul mercato.

E' la soluzione ideale per avere una somma di denaro aggiuntiva con la pensione che si percepisce al mese, permettendo di garantirsi lo stesso regime di vita che si aveva durante il servizio lavorato, ma anche di tutelare i propri cari in caso di difficoltà economiche in seguito al decesso del soggetto pensionato: ecco perché sottoscrivere il fondo di pensione. Vediamo insieme i dettagli di questa particolare forma di pensione integrativa, quanto costa e quali sono le condizioni di stipula del contratto.

Il fondo pensione: COS'E'?

Il fondo di pensione, come detto nella premessa, è una sorta di cumulo di denaro che viene pagato durante gli anni di servizio per un determinato periodo di tempo fino al raggiungimento della pensione. Con l'arrivo della pensione mensile si percepirà una somma aggiuntiva che è stata, per l'appunto, pagata, proprio con il fondo pensione. la partecipazione alla sottoscrizione del fondo ha però un costo che consente di conservare il denaro che al termine del contratto verrà versato al soggetto beneficiario sotto forma di rendita vitalizia, ovvero durante il periodo della pensione, fino alla morte.

Il fondo pensione è uno strumento di risparmio gestito previdenziale che garantisce al momento e durante tutto il periodo del pensionamento di aggiungere alla stessa somma della pensione una rendita integrativa, tramite il versamenti di quote periodiche che permettono di accumulare un patrimonio che sarà convertito in capitale, erogabile in un'unica soluzione, o in rendita vitalizia al momento del pensionamento, ovvero con un'erogazione mensile.

Tutti i soggetti lavoratori dipendenti possono decidere anche di destinare al fondo pensione il proprio Trattamento di Fine Rapporto, il TFR, che molto spesso viene investito dalla società di risparmio, dall'Istituto bancario o dalla compagnia assicurativa che detiene il deposito delle somme versate. All'atto del pensionamento, il soggetto sottoscrittore potrà vedersi riconosciuto il fondo pensione con valore pari alle somme accumulate, con un'erogazione in forma di rendita o di capitale. E' comunque possibile richiedere una parte del fondo pensione anche prima della scadenza del contratto, qualora il denaro fosse necessario per spese sanitarie, acquisto e/o interventi di ristrutturazione nella prima casa, perdita dell'autosufficienza o invalidità permanente.

 

Il fondo pensione: TIPOLOGIE

Sul mercato della previdenza complementare esistono quattro tipologie di fondi di pensione che si distinguono per la gestione e per la destinazione dei fondi, in base allo schema sottostante:

  • fondi di pensione chiusi;
  • fondi aperti;
  • PIP o piani individuali pensionistici;
  • fondi pensione preesistenti.

NOTA BENE: per chi volesse avere maggiori informazioni, è possibile consultare anche il documento-lista delle tipologie dei fondi pensione, presenti nel sito ufficiale della Covip, la Commissione di Vigilanza per i fondi pensione.

1. I fondi pensione CHIUSI: COSA SONO?

I fondi di pensione chiusi nascono da accordi collettivi tra lavoratori e datori di lavoro e costituiscono delle forme di previdenza complementare destinate ai lavoratori di una determinata categoria contrattuale, lavoratori di una impresa o di un gruppo di imprese di un determinato territorio, in cui gli organi di amministrazione e controllo sono gestiti dal 50% dei rappresentanti dei lavoratori iscritti e per il restante 50% dai datori di lavoro.

I fondi pensione chiusi: EROGAZIONE

La gestione dei fondi pensione e in modo particolare delle risorse finanziarie è affidata agli Istituti bancari e alle compagnie assicurative che depositano le somme versate per il fondo pensione presso l'Istituto di credito scelto quale deposito. In seguito al termine di ogni contratto lavorativo, nel momento in cui il soggetto che ha sottoscritto il prodotto finanziario in oggetto va in pensione, la sua pensione aggiuntiva è corrisposta da una compagnia di assicurazione.

Il fondo di pensione chiuso è anche conosciuto come fondo negoziale, regolato dalla Covip, ovvero la Commissione di Vigilanza per i fondi pensione, la quale ha anche il compito di approvare lo statuto del fondo, in cui sono contenute le caratteristiche principali del fondo di pensione e le condizioni della sua sottoscrizione. Per chi volesse avere maggiori informazioni, si consiglia anche di consultare il documento sui dati statistici di stipula dei fondi pensione quale previdenza complementare, aggiornato a settembre 2013.

I fondi pensione chiusi: A CHI RIVOLGERSI

Qui di seguito si offre una tabella in cui si elencano le maggiori compagnie assicurative che offrono la soluzione di fondi di pensione chiusi, permettendovi di indirizzarvi verso la soluzione di pensione integrativa che meglio si adatta alle vostre esigenze:

COMPAGNI ASSICURATIVE CHE OFFRONO I FONDI DI PENSIONE CHIUSIINFORMAZIONI
SIRIO FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE
FONTEMP FONDO PENSIONE INTEGRATIVO
ASSO FONDO PENSIONE FONDO PENSIONE INTEGRATIVO
PRIAMO FONDO PENSIONE CHIUSO
COMETA FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER LAVORATORI INDUSTRIA ELETTROMECCANICA

2. I fondi pensione APERTI: COSA SONO?

I fondi di pensione aperti sono istituiti da Istituti bancari, società di gestione risparmio e compagnie di assicurazione, che consentono ai lavoratori di aderire alla soluzione di fondo pensione sia in forma individuale che in forma collettiva, ovvero insieme alla stessa categoria di lavoratori, per esempio un'impresa. Anche questa tipologia di fondo di pensione si avvale di accordi tra i lavoratori e i datori di lavoro.

Nel caso di fondo di pensione aperto, il patrimonio costituito dalle forme versate dai soggetti lavoratori iscritti è separato dall'attività dell'Istituto bancario o ente che gestisce il fondo stesso, come per esempio una compagnia assicurativa. E' la stessa Commissione di Vigilanza per i fondi pensione, la Covip, ad approvare il regolamento di questa tipologia di fondo pensione e controllare la regolarità delle caratteristiche e delle condizioni di sottoscrizione del contratto.

I fondi pensione aperti: A CHI RIVOLGERSI

Qui di seguito si offre una tabella in cui si elencano le maggiori compagnie assicurative che offrono la soluzione di fondi di pensione aperti, con il fine di indirizzarvi verso la pensione integrativa che meglio si adatta alle vostre esigenze:

COMPAGNI ASSICURATIVE CHE OFFRONO I FONDI DI PENSIONE APERTIINFORMAZIONI
ZURICH FONDO PENSIONE PREVIDENZIALE CON DIFFERENTI FORME DI GESTIONE DEL FONDO
INTESA SAN PAOLO FONDO PENSIONE PREVIDENZIALE
AXA POLIZZA FONDO PENSIONE
GRUPPO CARIGE FONDO PENSIONE PREVIDENZIALE
UNIPOL FONDO PENSIONE PREVIDENZIALE

3. I Piani Individuali Pensionistici: PIP

I Piani Individuali Pensionistici, o anche conosciuti con la denominazione di PIP, sono una particolare forma di fondo pensione che si avvale della sottoscrizione di un'assicurazione vita caso vita, ovvero una polizza che permette di avere un capitale se, al momento della scadenza della polizza, il soggetto assicurato è ancora in vita. Il soggetto che intende sottoscrivere un Piano Individuale Pensionistico lo sceglie in base alle proprie esigenze di spesa e in rapporto alla somma che desidera ricevere in aggiunta alla propria pensione obbligatoria.

Anche nel caso di sottoscrizione di un Piano Individuale Pensionistico, il patrimonio è separato dall'attività dell'Istituto bancario o ente che gestisce il fondo ed è la stessa la Covip, la Commissione di Vigilanza per i fondi pensione, ad approvare lo statuto di questa tipologia di fondo pensione, controllandone la regolarità delle caratteristiche e  condizioni di stipula del contratto.

I Piani Individuali Pensionistici: A CHI RIVOLGERSI

Si offre qui di seguito una tabella in cui si elencano le maggiori compagnie assicurative che offrono li piani individuali pensionisti, giusto per darvi un'idea delle soluzioni presenti sul mercato:

COMPAGNI ASSICURATIVE CHE OFFRONO I PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICIINFORMAZIONI
ZURICH GESTIONE DEL FONDO PENSIONE AZIONARIA O OBBLIGAZIONARIA
GENERALI GESTIONE SEPARATA
VITTORIA ASSICURAZIONI PROGETTO PENSIONISTICO PERSONALIZZATO
ALLEANZA PROGETTO PENSIONISTICO PERSONALIZZATO
INAASSITALIA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

4. Le forme pensionistiche preesistenti: CHE COSA SONO?

Per forme pensionistiche preesistenti si intende la tipologia di fondi pensione presenti precedentemente dell'entrata in vigore del Decreto Legislativo 252 del 2005 sui fondi pensione ma che allo stesso modo sono controllati dalla Covip. Per comprendere meglio e ricapitolare, si consiglia anche di consultare il video seguente in cui si spiegano in breve le caratteristiche del fondo pensione chiuso o anche fondo pensione negoziabile, mettendo in evidenza le esperienze degli iscritti al fondo con l'esempio della nipotina Ambra, considerata "digitale":

Articolo letto 6.408 volte

Dott.ssa Maria Francesca Massa