Assicurazioni, agenzie ed agenti: ultime notizie su raccolta Rc auto e Registro intermediari

La comunicazione Ivass sulla cancellazione degli agenti inoperativi risale al 7 ottobre del 2014 quando contestualmente, l'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ha anche fornito l'elenco degli agenti prossimi alla cancellazione dal Rui, Registro Unico degli Intermediari.

Nel terzo trimestre del 2014 la raccolta dei premi Rc auto attraverso le agenzie di assicurazione è cresciuta in Italia rispetto alla vendita delle polizze online ed al telefono, ovverosia attraverso il modello della vendita diretta. A metterlo in evidenza è stato lo Sna, il Sindacato Nazionale degli Agenti di Assicurazione, in accordo con i dati sulla raccolta premi che sono stati resi noti di recente dall'Ivass, l'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni.  

Secondo lo Sna è però ancora presto per poter parlare di un'inversione di tendenza, ma in ogni caso i dati forniti dall'Ivass sulla raccolta premi Rc auto confermano quello che è il ruolo importante degli agenti nell'essere non solo venditori dei prodotti assicurativi, ma anche dei validi consulenti al fine di poter orientare il cliente verso la migliore scelta possibile. Nel terzo trimestre del 2014, a fronte dell'aumento della raccolta per l'Rc auto, è comunque scesa la raccolta complessiva delle agenzie sul ramo Danni e lo stesso dicasi anche per la raccolta Vita (-1,2%). Intanto, per quel che riguarda gli agenti di assicurazione che risultano essere inoperativi, sono previste a breve due importanti novità che li riguardano:

  • L'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni effettua la cancellazione d'ufficio dei nominativi.
  • Si mantiene comunque il diritto alla reiscrizione al Rui, Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi.

Ne dà notizia anche in questo caso lo Sna nel precisare in particolare come la cancellazione d'ufficio, da parte dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, riguardi gli agenti di assicurazione che, iscritti nella sezione A del Rui, sono inoperativi da oltre tre anni. La cancellazione d'ufficio dal Rui sarà effettuata a meno che l'agente non comunichi in merito al mancato esercizio dell'attività, entro i termini previsti e fissati dall'Istituto di Vigilanza, un giustificato motivo. La cancellazione non comporta comunque la perdita del requisito di professionalità visto che, come sopra accennato, l'agente mantiene il diritto alla reiscrizione nella sezione A del Rui, il Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi

La reiscrizione al Rui comporta comunque il versamento della tassa governativa prevista unitamente all'inoltro all'Ivass della comunicazione riguardante l'assolvimento dell'obbligo di sottoscrizione della polizza di responsabilità civile professionale. La comunicazione Ivass sulla cancellazione degli agenti inoperativi risale allo scorso 7 ottobre del 2014 quando, contestualmente, l'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni ha anche fornito l'elenco completo degli agenti che sono prossimi alla cancellazione dal Rui.

Per evitare la cancellazione dalla Sezione A del Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi, entro e non oltre la data del 17 novembre del 2014, l'agente dovrà inviare all'Ivass, a mezzo posta elettronica certificata, l'apposita dichiarazione sostitutiva unitamente alla fotocopia di un documento di identità valido.

Articolo letto 1.119 volte

Filadelfo Scamporrino