Polizza annullamento viaggio: tutto ciò che occorre sapere

La polizza annullamento viaggio è la risposta migliore alle preoccupazioni che precedono la vacanza, in quanto può mettere al riparo chi decida di adottarla da imprevisti dell'ultimo momento, come ad esempio uno stato febbrile o lo smarrimento dei documenti necessari per il viaggio.

Dopo aver magari lavorato a pieno ritmo per tutto il corso dell'anno, arriva il momento di pensare a come trascorrere le sospirate ferie. In tempi di crisi sono sempre di meno le persone che decidono di partire per un lungo viaggio, anche perché la situazione geopolitica internazionale ha reso praticamente sconsigliabili molte mete un tempo estremamente frequentate. Uno zoccolo duro di amanti del grande viaggio, però, ancora esiste e sembra non aver alcuna intenzione di farsi scoraggiare dalle turbolenze o dalle crisi che ancora sono presenti in molte parti del globo.

Attenzione agli imprevisti

Quando si sta per partire verso la meta esotica a lungo sognata o per una grande capitale, naturalmente non si pensa agli eventuali imprevisti che potrebbero turbare la vacanza. Invece sarebbe meglio approntare una rete di salvataggio, in quanto all'ultimo momento potrebbero insorgere alcune difficoltà in grado di mandare a monte l'evento e rendere del tutto vana la spesa a volte rilevante comportata dall'organizzazione del tutto.

La polizza annullamento viaggio può rivelarsi un'ottima mossa per evitare imprevisti dell'ultimo momento

(La polizza annullamento viaggio può rivelarsi un'ottima mossa per evitare imprevisti dell'ultimo momento)

Una mossa dettata dal buon senso che però potrebbe rivelare tutta la sua utilità anche da un punto di vista psicologico: quante volte ci siamo dovuti preoccupare di eventuali impedimenti dell'ultimo momento, prima di una vacanza?

Perché sottoscriverla

Tra i tanti imprevisti che possono infine condurre alla cancellazione e alla rinuncia del viaggio, possiamo tranquillamente indicare i problemi di salute (ad esempio uno stato febbrile improvviso), e lo smarrimento dei documenti necessari per il volo e il soggiorno come quelli più frequenti. Un'assicurazione contro la cancellazione del viaggio può consentire di mettersi al riparo da ogni imprevisto e recuperare quanto investito nel'organizzazione della vacanza, non solo per il viaggio, ma anche per il pernottamento in una struttura alberghiera. Un vantaggio che si estende anche ai familiari o alle persone che dovrebbero accompagnare chi sottoscrive la polizza. Ecco perché un'eventualità simile dovrebbe essere presa senz'altro in considerazione.

Come funziona la polizza annullamento viaggio

Come funziona questo particolare tipo di polizza? Come una normale polizza in grado di evitare ingenti perdite di denaro dovute alla disdetta della prenotazione. Le modalità attraverso cui si può recuperare il denaro speso sono però molteplici: si può infatti optare per un normale rimborso, una sorta di bonus da utilizzare per prenotare altri viaggi oppure dando vita ad un semplice spostamento di ora e data di partenza, che però potrebbe comportare grossi problemi logistici. 

Chi offre polizze di questo genere

Sono svariate le compagnie che offrono questa opportunità. Ad esempio Columbus, che copre le spese mediche sino a 5mila euro, l'annullamento sino a 2mila, il bagaglio fino a 1500, offre assistenza e rimpatrio, il pagamento diretto dell'assistenza ospedaliera e attesta a 500mila euro la responsabilità civile. 
Cowerwise offre a sua volta spese mediche illimitate oltre al resto, mentre Axa aggiunge la protezione della carta di credito e l'assistenza parenti. Infine Holins e Erv, anch'esse disposte ad andare incontro all'utente con proposte ritagliate per consentire una vacanza felice e comunque far dormire sonni tranquilli a chi si appresta a staccare finalmente dal lavoro per un meritato periodo di svago.

Articolo letto 433 volte

Dott. Dario Marchetti