L'assicurazione sanitaria per i viaggi all'estero: tutte le informazioni utili e gli esempi

Tutte le informazioni utili per l'assicurazione sanitaria necessaria per un viaggio all'estero. Le garanzie proposte dalle compagnie e le estensioni possibili. L'esempio di ERV Italia: i massimali e le garanzie offerte dalla compagnia per le differente mete estere, in base alle classi di appartenenza.

Viaggiare è un piacere, poiché cambiare aria fa bene alla mente e al corpo: bisogna, però, che il viaggio sia realizzato nel miglior modo possibile, al fine di limitare al minimo gli imprevisti spiacevoli, soprattutto per ciò che riguarda la propria salute.
Un modo per assicurare tutte le spese sanitarie necessarie esiste, anche quando malanni o infortuni colgono la persona in paese estero. Le polizze sanitarie per i viaggi all'estero consentono di coprire tutti gli interventi o le assistenze specifiche per precise malattie o infortuni.
Nei paesi esteri, infatti, sovente, non vige lo stesso sistema sanitario dell'Italia, dunque, un turista deve necessariamente affidarsi all'assistenza in cliniche private e sobbarcarsi una spesa che non è irrisoria.
Con le polizze sanitarie per il viaggio, invece, il soggiorno dell'assicurato in un paese estero è garantito da una serie di prestazioni sanitarie, completamente coperte dal premio pagato.

INFORMAZIONI GENERALI SULLE ASSICURAZIONI SANITARIE PER I VIAGGI ALL'ESTERO

Negli ultimi anni, la Direzione Generale per gli Italiani all'Estero (D.G.I.T.), ha segnalato un numero sempre crescente di italiani che hanno avuto difficoltà sanitarie durante un soggiorno all'estero.
Nonostante le Rappresentanze diplomatico-consolari riescano a fornire l'assistenza medica necessaria, esse non garantiscono i risarcimenti diretti nelle strutture ospedaliere private; soltanto  in casi sporadici molto gravi, vengono erogati dei prestiti ai turisti italiani, con la promessa di restituzione non appena avviene il rientro in patria.
Per conoscere più affondo le informazioni generali sull'assistenza sanitaria all'estero è possibile consultare il sito del Ministero della salute, analizzando in particolare il servizio Se Parto per…, così da conoscere se il paese per il quale si è deciso di partire garantisce un'assistenza medica.

È OBBLIGATORIO SOTTOSCRIVERE UN'ASSICURAZIONE SANITARIA PRIMA DI PARTIRE PER UN VIAGGIO?

Le assicurazioni sanitarie non sono per nulla obbligatorie, nemmeno nel caso di un viaggio estero. Tuttavia, il paese di destinazione può mutare tale condizione e rendere pressoché necessario ricorrere ad una polizza sanitaria.
Gli Stati Uniti, la Cina, l'India, l'Africa, rappresentano solamente alcuni dei paesi per i quali è necessaria la stipula di una polizza sanitaria, in quanto il sistema nazionale non prevede nessuna assistenza, imponendo ai cittadini di versare somme elevate per ricevere un'assistenza adeguata, sennò essi sono costretti ad accontentarsi di cure mediocri.
Solitamente, quando si parte per un viaggio organizzato, le compagnie, che si occupano della pianificazione del programma e dell'itinerario, includono nel pacchetto anche un'assicurazione sanitaria, specifica per la meta da visitare; quando, invece, si decide di compiere un viaggio fai da te, è sempre utile informarsi sulle garanzie sanitarie necessarie, da sottoscrivere prima di partire per quella precisa meta.
Va da sé che per i viaggi all'interno del territorio europeo non è necessario ricorrere ad assicurazioni precise, ma l'assistenza sanitaria è già garantita per coloro i quali posseggono la Tessera Sanitaria.

CHE COSA È NECESSARIO ATTENZIONARE PRIMA DI SOTTOSCRIVERE UNA POLIZZA SANITARIA PER I VIAGGI ALL'ESTERO?

Il contratto assicurativo sanitario per un viaggio all'estero prevede una serie di garanzie base, in grado di coprire alcuni o tutti i seguenti costi:

  • l'assistenza medica,
  • il trasporto ospedaliero,
  • i medicinali,
  • gli interventi chirurgici,
  • le spese ospedaliere generali,
  • il prolungamento del soggiorno (se necessario),
  • il rimpatrio (anche anticipato) dell'assicurato ed il trasporto, sia in andata che in ritorno, di un familiare.

Nonostante queste siano garanzie convenienti e idonee al proprio viaggio, è indispensabile fare attenzione a tutta una serie di fattori, tra i quali le clausole e le limitazioni previste dal contratto; proprio per tale motivo, qui di seguito, vengono forniti i punti da focalizzare all'interno di una polizza sanitaria per un viaggio all'estero, così da non rimanere sprovvisti una volta in territorio straniero.
È bene prestare molta attenzione ai seguenti punti, ovvero:

  • ai servizi che l'assicurazione copre
  • ai massimali garantiti dall'assicurazione sanitaria
  • all'eventuale franchigia, ovvero alla quota che rimane a carico del paziente
  • agli eventuali infortuni non coperti dall'assicurazione (solitamente le malattie psichiche e quelle croniche, le malattie causate dall'uso di farmaci o alcolici, ogni tipo di sport pericoloso e catastrofi naturali);
  • se la copertura assicurativa dà diritto al pagamento diretto oppure al rimborso
  • all'eventuale garanzia di rimpatrio, se è il paziente a decidere quando è necessario il rimpatrio o se la scelta spetta al medico curante all‘estero
  • alle strutture convenzionate nel Paese di destinazione.

Oltre a questi punti fondamentali, è indispensabile che un assicurato sia perfettamente in grado di chiedere assistenza medica quando si trova in un paese estero, dunque, è essenziale che egli conosca la procedura da seguire: studiare bene il contratto al riguardo, oppure chiedere informazioni e delucidazioni alla compagnia assicurativa di riferimento.

È POSSIBILE ESTENDERE LE GARANZIE SANITARIE PER UN VIAGGIO ALL'ESTERO?

La stipula di una polizza sanitaria consente di coprire i costi delle prestazioni e delle assistenze sanitarie, in caso di un infortunio o di una malattia, mentre l'assicurato è in soggiorno in uno stato estero.
Come si è visto, l'assicurazione sanitaria per i viaggi all'estero consente di rimborsare tutte le spese derivanti da farmaci e medicazioni specifiche, tuttavia, essa può essere estesa e studiata su misura, con garanzie varianti e specifiche in base alla tipologia di paese di destinazione.
Alcune località, infatti, sono più pericolose delle altre, particolarmente esposte a rischio, e proprio per tale motivazione, necessitano del pagamento di un premio più elevato, nonché anche di garanzie specifiche.
Talvolta, invece, è lo stesso assicurato che desidera estendere la copertura sanitaria anche ad altre garanzie accessorie (tutela durante le attività sportive, o per calamità naturali), oppure integrative come nel caso della responsabilità civile.

ESEMPIO DI ASSICURAZIONE SANITARIA PER I VIAGGI ALL'ESTERO: LA POLIZZA DI ERV ITALIA

Per fornire un esempio palese di assicurazione sanitaria per un viaggio all'estero, si forniscono le informazioni necessarie riguardanti la procedura di attivazione di una polizza sanitaria, oltre che le clausole e le restrizioni che riguardano il contratto.
Prendendo ad esempio l'assicurazione sanitaria per il viaggio proposta da ERV Italia, è possibile comprendere come il contratto venga personalizzato in base alla gravità della malattia, ma anche a seconda della tipologia di destinazione che prevede il proprio viaggio.
Ad esempio, la tabella seguente consente di accedere direttamente al calcolo del preventivo, a seconda del grado di copertura che si desidera avere: il prodotto sarà calcolato in base alla spesa che si vuole sostenere e alla tipologia di copertura.

CLASSE A CLASSE B CLASSE C
Copertura Massima
per ogni imprevisto Fai il tuo
preventivo »
Copertura Media
per stare sereni Fai il tuo
preventivo »
Copertura Base
per tutela minima Fai il tuo
preventivo »

Nella tabella qui di seguito, invece, vengono fornite tutte le informazioni necessaire per stabilire i massimali garantiti dall'assicurazione, per tutte le spese mediche ripartite per classi.

Spese ospedaliere e chirurgiche

CLASSE A CLASSE B CLASSE C
Italia € 25.000 € 10.000 € 2.500
Europa € 100.000 € 50.000 € 25.000
Africa - Mondo € 150.000 € 100.000 € 50.000
Usa - Canada € 2.500.000 € 1.000.000 Ø

Spese mediche e farmaceutiche

Italia € 1.500 € 1.000 € 500
Europa € 1.500 € 1.000 € 500
Africa - Mondo € 3.000 € 2.000 € 1.000
Usa - Canada € 3.000 € 2.000 Ø

Spese per cure riabilitative

Italia € 500 € 300 € 300
Europa € 500 € 300 € 300
Africa - Mondo € 500 € 300 € 300
Usa - Canada € 500 € 300 Ø

Spese di trasporto, ricerca, salvataggio e recupero

Italia € 1.000 € 500 Ø
Europa € 1.000 € 500 Ø
Africa - Mondo € 3.000 € 1.000 Ø
Usa - Canada € 3.000 € 1.000 Ø




In taluni casi, la franchigia applicata è pari a 50,00€ sulla liquidazione delle spese a rimborso, limitatamente ai prodotti della Classe B e Classe C.
Nella tabella qui di seguito, invece, vengono indicate tutte le informazioni relative alle garanzie dell'assistenza in viaggio, ovvero se ese vengono coperte oppure no, oltre anche alla quota del massimale garantito in tali occasioni.

Consulenza Medica Telefonica

CLASSE A CLASSE B CLASSE C
Italia - Europa X X X
Africa - Mondo X X X
Usa - Canada X X Ø

Segnalazione di un medico specialista

Italia - Europa X X X
Africa - Mondo X X X
Usa - Canada X X Ø

Trasporto/Rientro sanitario

Italia - Europa X X X
Africa - Mondo X X X
Usa - Canada X X Ø

Rientro del convalescente

Italia - Europa € 750 € 500 € 250
Africa - Mondo € 1.500 € 1.000 € 500
Usa - Canada € 1.500 € 1.000 Ø

Rientro dei compagni di viaggio


Italia - Europa € 250 Ø Ø
Africa - Mondo € 750 Ø Ø
Usa - Canada € 1.200 Ø Ø

Ricongiungimento familiare

Italia - Europa Costo Viaggio € 250. Soggiorno fino a 5gg per un massimo di 100€/gg Costo Viaggio € 150. Soggiorno fino a 3gg per un massimo di 80€/gg Ø
Africa - Mondo Costo Viaggio € 500. Soggiorno fino a 3gg per un massimo di 120€/gg  Costo Viaggio € 300. Soggiorno fino a 3gg per un massimo di 100€/gg Ø
Usa - Canada Costo Viaggio € 750. Soggiorno fino a 5gg per un massimo di 120€/gg Costo Viaggio € 500. Soggiorno fino a 5gg per un massimo di 100€/gg Ø

Rientro anticipato

Italia - Europa € 300 Ø Ø
Africa - Mondo € 500 Ø Ø
Usa - Canada € 500 Ø Ø

Prolungamento soggiorno

Italia - Europa fino a 3gg per un massimo di 80€/gg fino a 3gg per un massimo di 80€/gg

Articolo letto 5.236 volte

Dott.ssa Sara Tomasello