L'assicurazione sanitaria infortuni e malattia per l'Italia e per l'Estero: la copertura danni, il rimborso, e cosa valutare

La sottoscrizione di un'assicurazione sanitaria è importante per tutelare il proprio patrimonio nella necessità di sottoporsi a interventi chirurgici quando si è in un paese estero. Se si ha la tessera sanitaria si ha copertura sanitaria nei paesi appartenenti all'UE, e gli altri?

Sottoscrivere un'assicurazione sanitaria consente di tutelare la propria salute ma anche il proprio bilancio economico, garantendosi la riduzione delle spese sanitarie e mediche nel caso in cui si abbia bisogno di sottoporsi a visite e controlli per un problema di salute ma non solo. L'assicurazione sanitaria garantisce un indennità in caso di ricovero permettendovi di non perdere giornate lavorative, sopratutto nel periodo in cui ci si trova in difficoltà economica. A tale proposito la sottoscrizione di un'assicurazione sanitaria è importante sia in Italia, coperta per la maggior parte dal Sistema Sanitario Nazionale, che all'all'estero, in cui non si ha nessuna copertura medica ed è necessario corrispondere il costo totale di ogni prestazione o del necessario ricovero.

E' infatti importante pensare alla tipologia di persona che ci caratterizza, se siamo soggetti a frequenti problemi di salute, piccoli infortuni durante le attività che svolgiamo giornalmente, come anche gli sport a livello agonistico; se viaggiamo all'estero per lavoro o per svago, tutti fattori importanti nella valutazione della valutazione di un'assicurazione sanitaria. Sul mercato assicurativo esistono numerose tipologie di compagnie che offrono le soluzioni di assicurazione sanitaria sottoscrivibili in Italia e per l'estero, che si caratterizzano per la copertura e le garanzie offerte, per il costo dei premi e per le situazioni per le quali sono sottoscritte. Vediamo insieme i dettagli in una breve panoramica.

L'assicurazione contro gli infortuni in Italia e all'Estero: DANNI FISICI E FINANZIARI

Sottoscrivere un'assicurazione contro gli infortuni permette di avere una copertura totale contro i danni fisici, causati da infortuni, sinistri, incidenti, sia nel territorio nazionle che all'estero, beneficiando non solo del pagamento delle spese medico-sanitarie nel momento necessarie alle cure ma anche di un'indennità in caso invalidità permanente o inabilità temporanea dal lavoro, causata da fratture, traumi e tutte le tipologie di lesioni, come espresso nel contratto assicurativo. Questa tipologia di polizza sanitaria consente di avere la copertura anche in caso di morte causata dall'infortunio, per cui è il soggetto indicato nel contratto al momento della stipula del contratto a beneficiare dell'indennità spettante per la verifica di tale evento.

L'assicurazione contro gli infortuni può essere sottoscritta per avere una copertura e validità all'estero e garantisce l'erogazione di una diaria giornaliera per ogni giorno di inabilità lavorativa. Nel caso in cui invece l'infortunio abbia causato l'invalidità permanente (del soggetto assicurato si ha diritto al risarcimento dei danni in proporzione alla gravità del sinistro, in base ai massimali descritti nel contratto della polizza sottoscritto. E' infatti importante sapere che un cittadino italiano non si accorge dei costi delle prestazioni mediche gli sono offerte, in quanto il costo è ridotto dal Sistema Sanitario Nazionale che si sostituisce nel suo pagamento, richiedendo, talvolta, un minimo contributo, che a noi pare comunque elevato.

Assicurazione infortuni e TERRITORI coperti con la TESSERA SANITARIA

Con il possesso della tessera sanitaria, recandosi all'estero in uno degli Stati membri, è possibile beneficiare della copertura sanitaria presente nel paese in cui si soggiorna. Ciò significa che non si ha diritto a cure mediche, interventi chirurgici o altre tipologie di visite mediche completamente gratuite, ma che si ha la possibilità di beneficiare del sistema sanitario del paese in cui si soggiorno senza pagare il costo reale delle prestazioni mediche di cui si ha bisogno. Per comprendere meglio e ricapitolare i territori dell'Unione Europea in cui la tessera sanitaria ha il suo valore per la copertura delle spese mediche, si consiglia di visionare anche il video seguente:

L'assicurazione contro gli infortuni in Italia e all'Estero: TABELLA

Per ricapitolare e comprendere meglio, qui di seguito si offre una tabella in cui si riassumo i caratteri fondamentali dell'assicurazione contro gli infortuni per i soggiorni in Italia e all'estero, mettendo in evidenza le coperture rischi per problemi di salute e gli indennizzi che ogni tipologia di polizza garantisce, in rapporto anche alla destinazione e alla pericolosità del territorio in cui si deve soggiornare:

ASSICURAZIONE CONTRO INFORTUNI IN ITALIA E ALL'ESTEROCOPERTURA TOTALE CONTRO DANNI FISICI E PROBLEMI DI SALUTE
RIMBORSO DELLE SPESE MEDICHE O EROGAZIONE DI INDENNIZZO
  • PAGAMENTO SPESE MEDICHE;
  • INDENNITA' IN CASO DI INVALIDITA' PERMANENTE;
  • DIARIA GIORNALIERA PER RICOVERO;
  • INDENNITA' PER CONVALESCENZA POST-RICOVERO.
  • RISARCIMENTO DANNI IN BASE AL MASSIMALE STABILITO NEL CONTRATTO;
  • RENDITA VITALIZIA IN CASO DI INVALIDITA' PERMANENTE.

L'assicurazione viaggio è la soluzione?

Un infortunio o un problema di salute mentre si è all'estero, un ricovero, ha dei costi elevati e la sottoscrizione di una polizza sanitaria per infortuni e malattia è la sola soluzione per avere una copertura totale in caso di verifica di tali eventi. In linea generale, se si ha l'intenzione di trascorrere un periodo all'estero, per lavoro, per studio o per viaggio, è anche possibile contemplare la possibilità di sottoscrivere un'assicurazione viaggio, con copertura variabile in base al numero dei giorni che si intende stare all'estero, le quali offrono assistenza e copertura sanitaria qualsiasi tipologia di sinistro o malattia.

Assicurazione infortuni e tessera sanitaria: COSA COPRE?

Nel caso in cui abbiamo la necessità di andare all'estero per studio, lavoro, per un tirocinio ma anche semplicemente per svago e abbiamo l'idea di sottoscrivere un'assicurazione contro gli infortuni, è importante valutare primariamente il territorio in cui andremo, in quanto se appartenente all'Unione Europea o nel territorio della Svizzera, è sufficiente portare con sè la tessera sanitaria europea, la quale rappresenta la nostra copertura medico-sanitaria, in previsione della richiesta di un costo minimo per le prestazioni di cui si necessita, similmente al ticket in Italia. In questo caso non vi è bisogno di sottoscrivere un'assicurazione sanitaria contro gli infortuni.

Se la destinazione del viaggio è invece al di fuori di un paese NON appartenente all'Unione Europea, se si desidera una copertura medico-sanitaria completa, è importante sottoscrivere un'assicurazione sanitaria per i paesi esteri, scegliendo tra le polizze suddivise per paesi, come per gli Stai Uniti, per la Cina, Per il Giappone, in base al territorio in cui andrà a soggiornare, e in base alla copertura e garanzie che si richiedono. Solitamente il costo di questa tipologia di polizza sanitaria non è elevato e si aggira intorno alle 50-200 euro al massimo, in rapporto al numero dei giorni del soggiorno e alla stima della pericolosità della stessa destinazione.

La tessera sanitaria: COSA COPRE ALL'ESTERO?

E' forse la domanda che maggiormente ci si fa nel momento in cui si ha la necessità di soggiornare all'estero: la tessera sanitaria quali rischi e danni copre? Come spiega il dott. Tiziano Motti, membro dell'Associazione Europa dei Diritti, e ospite della trasmissione Vivere Meglio, permette al cittadino italiano di avere gli stessi diritti del paese in cui si trova, in materia di previdenza sanitaria primaria, consentendogli di fruire gratuitamente o con il versamento di un ridotto contributo, delle prestazioni mediche di cui ha bisogno nel paese estero in cui si trova:  

L'assicurazione malattia in Italia e all'Estero: SPESE MEDICHE URGENTI

La sottoscrizione di un'assicurazione malattia permette di sostenere le spese mediche sanitarie  e le visite specialistiche urgenti, in caso di malattia o problemi di salute. In questo caso è la stessa compagni assicurativa a sostituirsi nel pagamento dei costi relativi a tali prestazioni, tutelandosi dalla necessità di corrispondere somme elevate in caso di infermità, sopraggiungere di un'invalidità o inabilità permanente al lavoro, causati dal proprio stato di salute. L'assicurazione malattia è una delle polizze maggiormente utili nel territorio estero, sopratutto se ci si reca per svolgere un'attività lavorativa, che comporta l'utilizzo di particolari attrezzature o impianti che potrebbero comportare dei rischi alla propria salute.

L'assicurazione malattia per l'estero permette di avere una copertura totale in caso di problemi di salute per i quali si necessita di sottoporsi a interventi chirurgici, visite mediche o altre tipologie di cure, che prevedono anche il ricovero ospedaliero, quest'ultimo risarcito con un diaria giornaliera o un indennità per il periodo di convalescenza post-ricovero. Con questa tipologia di polizza sanitaria si ha diritto al rimborso dei costi delle spese mediche, avendo diritto anche a un indennizzo per il ricovero, accertamenti diagnostici, cure mediche e i trattamenti di fisioterapia necessari alla riabilitazione. Nei casi di invalidità permanente o di perdita dell'autosufficienza si ha diritto alla riscossione di un capitale, erogato in un'unica soluzione, o ad una rendita vitalizia, erogata mensilmente.

L'assicurazione INFORTUNI e MALATTIA all'ESTERO: cosa copre?

Come abbiamo detto in precedenza, la sottoscrizione di un'assicurazione sanitaria contro gli infortuni e malattia è necessario tanto in Italia quanto all'estero per avere una copertura totale nel costo delle visite mediche, gli eventuali interventi chirurgici ai quali è necessario sottoporsi e altre tipologie di problemi di salute che potrebbero comportare delle elevate spese mediche, sopratutto nei territori non appartenenti all'Unione Europea, nei quali una visita medica potrebbe arrivare a costare anche 10.000 euro - è il caso, per esempio di una Tac.

A tal proposito, prima di stipulare questa tipologia di polizza è importante verificare che cosa esattamente copre l'assicurazione sanitaria che si intende sottoscrivere per l'estero, gli infortuni coperti e non coperti, i casi in cui non è previsto il risarcimento dei costi, le garanzie e i massimali, ovvero il rimborso massimo che la compagnia può risarcire in caso di verifica degli eventi per i quali si è assicurati; è anche importante verificare la necessità di versare una franchigia, ovvero una quota obbligatoria da corrispondere in caso di sinistro, l'eccedenza della quale è pagata dalla compagnia assicurativa. Per comprendere meglio, osserva anche la tabella seguente:

ASSICURAZIONE SANITARIA CONTRO INFORTUNI E MALATTIACOSA CONTROLLARECOPERTURA
COPERTURA PER I TERRITORI AL DI FUORI DELL'UNIONE EUROPEA MASSIMALE CAPITALE MASSIMO DEL RIMBORSO
FRANCHIGIA CAPITALE ECCEDENTE LA FRANCHIGIA
TIPOLOGIE DI SINISTRI E INFORTUNI INCLUSI

INFORTUNI ESCLUSI

MODALITA' DI RIMBORSO
  • SALDO DIRETTO DELLE SPESE MEDICHE;
  • ANTICIPO DELLE SPESE E RIMBORSO.

Articolo letto 7.858 volte

Dott.ssa Maria Francesca Massa