Cosa sono le polizze assicurative per i crediti e a cosa servono

Tutto quello che occorre sapere sulle polizze assicurative per i crediti, la copertura prevista a garanzia delle imprese, con cui le stesse sono in grado di fare fronte all'eventuale mancato pagamento di un credito da parte di un cliente, senza rischiare un possibile fallimento.

Il mondo del commercio è già complicato di suo, soprattutto ove le condizioni di sistema non permettano alle imprese più piccole la difesa dei propri legittimi interessi. Solo per restare in Italia, fare impresa è da sempre reso più complicato da tasse troppo elevate e complicazioni burocratiche a non finire, in grado di scavare un gap soprattutto nei confronti di quelle dei Paesi concorrenti sui mercati mondiali. Il Made in Italy riesce da sempre a fare fronte a questo svantaggio, un tempo grazie alla cosiddetta svalutazione competitiva della lira, oggi con dosi sempre più massicce di innovazione e qualità. Ma il problema resta.

Il problema dei crediti

A rendere ancora più complicata la vita aziendale possono contribuire anche impedimenti imprevisti, come quelli legati alla difficoltà di riscuotere crediti per lavori pregressi. Un problema che per molte imprese tricolori esiste soprattutto nei confronti dello Stato, nonostante le tante promesse di sanare la situazione, ma non solo.

Le polizze assicurative per i crediti sono un'ottima opportunità per le aziende

(Le polizze assicurative per i crediti sono un'ottima opportunità per le aziende)

Per poter fare fronte a questa problematica, il mondo assicurativo ha elaborato una sua proposta, sotto forma di polizze per i crediti, uno strumento tale da consentire alle aziende di mettersi al riparo anche di fronte a pessime sorprese sul lato dei pagamenti.

Cosa sono le polizze assicurative per i crediti

Le polizze assicurative per i crediti rappresentano lo strumento assicurativo in grado di mettere le imprese al riparo, garantendole contro l'insolvenza, ovvero il mancato pagamento da parte dei propri debitori.
In questo caso siamo in presenza di un ramo assicurativo assolutamente peculiare, il quale viene solitamente assicurato da compagnie specializzate esclusivamente in questo settore. In conseguenza di ciò, anche le polizze mostrano caratteristiche del tutto particolari, a partire dalla presenza di uno scoperto assoluto, tale da oscillare tra il 10 e il 20% dei crediti accesi. In pratica, la compagnia va a risarcire soltanto tra l'80 e il 90% dei crediti vantati. Generalmente tali polizze prevedono anche delle franchigie, congegnate in modo da evitare di dover risarcire danni di importo più o meno limitato. Il meccanismo di funzionamento della polizza, inoltre, prevede che la copertura per i crediti aziendali non scatti in maniera automatica, ma vada attivata di volta in volta. Tutto ciò significa che l'azienda deve comunque chiedere, ogni volta che insorga il casus belli, la copertura del credito specifico alla compagnia di assicurazione. Va anche ricordato come la polizza vada a coprire sia l'insolvenza dei debitori sia le eventuali spese sostenute al fine di recuperare i crediti.

Le caratteristiche

Una delle caratteristiche peculiari di queste polizze assicurative è la globalità, ovvero l'impossibilità di assicurare un solo credito: chi vuole attivare la copertura, deve assicurare con la stessa compagnia tutto il portafoglio crediti, scegliendo poi di volta in volta per quale creditore attivarla.
La compagnia di assicurazione, da parte sua, ha il diritto ad effettuare, sul portafoglio crediti, un'analisi preventiva. Si tratta di un'operazione di monitoraggio tesa a capire se nel portafoglio in questione siano presenti rischi troppo elevati, al fine di escluderli dalla polizza.

Le assicurazioni per i crediti sono appannaggio di imprese assicurative specializzate

(Le assicurazioni per i crediti sono appannaggio di imprese assicurative specializzate)

L'assicuratore, inoltre, va a decidere il limite massimo assicurabile per ognuno dei debitori. Nel caso si verifichi un mancato pagamento, l'assicurato ha diritto a contrattare, per un certo arco temporale, con il cliente la riscossione del credito. Una volta che tali trattative siano fallite, l'azienda assicurata deve sporgere la denuncia di mancato pagamento alla compagnia di assicurazione, la quale procede tramite le proprie strutture a mettere in campo tentativi di riscossione, i quali possono avvenire per via giudiziaria o praticando la cosiddetta via "bonaria" (vale a dire extra giudiziaria). 

I rischi catastrofali

Va infine notato come nel caso delle aziende di grandi dimensioni, le compagnie siano in grado di garantire procedure più elastiche per stabilire i limiti assicurabili, in quanto le grandi aziende, possiedono strutture interne atte al recupero dei crediti. In conseguenza di ciò, esse assicurano perciò soltanto i cosiddetti "rischi catastrofali" ossia quei crediti insoluti i quali vanno ad oltrepassare una determinata franchigia annua attestata su livelli molto elevati.

Articolo letto 373 volte

Dott. Dario Marchetti