Come fare richiesta di risarcimento diretto RCA alla propria assicurazione: cosa scrivere nella lettera, a chi spetta e a chi no

Fare richiesta di risarcimento diretto Rc Auto alla propria compagnia assicurativa è semplice e complesso insieme. E' necessario preparare una documentazione dettagliata del sinistro ma soprattutto conoscere i dettagli della richiesta e a chi spetta l'indennizzo. Vediamoli insieme.

Il risarcimento diretto è la modalità di rimborso assicurativo entrato in vigore il 1° febbraio 2007, che regola la procedura di erogazione dell'indennizzo da parte della stessa compagnia assicurativa con la quale si è sottoscritta la polizza, in caso di incidente stradale con danneggiati non responsabili - o responsabili solo in parte. Se si è subito un sinistro (o anche causato) ci si trova necessariamente nella situazione di dover richiedere alla propria compagnia assicurativa un risarcimento diretto. Ma come fare? Vediamo insieme tutti i dettagli per scrivere la richiesta di risarcimento diretto RC Auto alla propria assicurazione, i casi in cui è possibile e quelli in cui non è possibile, e l'iter da seguire passo per passo.

Come fare richiesta di risarcimento RC Auto: PRIMA COSA

Per prima cosa è necessario preparare una specifica documentazione in cui sono indicati i dettagli del sinistro, come si è svolto e chi sono le parti coinvolte con tutte le informazioni per identificare i soggetti lesi e calcolare in questo modo, in base alle condizioni del contratto della polizza assicurativa, quali sono gli importi e i massimali da risarcire. Vediamo insieme che cosa si deve sapere prima di fare richiesta di risarcimento diretto RC Auto.

Per risarcimento diretto si intende che si richiede il rimborso spese direttamente alla propria compagnia e non a quella del veicolo responsabile.

Come fare richiesta di risarcimento RC Auto: SECONDA COSA

Prima di fare richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa è necessario sapere che il soggetto che subisce un sinistro deve sempre dare comunicazione all'assicuratore della verifica di un sinistro, causato o subìto, tramite il modulo di denuncia, o anche conosciuto come modulo blu di constatazione amichevole.  La comunicazione di aver causato o subìto un sinistro deve essere repentina e solo in seguito alla compilazione del modulo indicato sopra, è possibile fare richiesta di risarcimento diretto.

Richiesta di risarcimento RC Auto: ITER

Per richiedere il risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa nel caso di verifica di sinistro nelle modalità sopra elencate è necessario:

  • presentare denuncia con Modulo Blu;
  • presentare richiesta di risarcimento;
  • attesa per la formulazione della proposta della somma;
  • accettazione o rifiuto del risarcimento.

Risarcimento RC Auto: COSA SCRIVERE NEL MODULO BLU?

Il modulo Blu è il documento che contiene la denuncia di sinistro ed è obbligatoria nel caso in cui si sia responsabili del sinistro, in caso contrario la compagnia assicurativa può avvalersi su di voi per le quote di indennizzo. Il modulo Blu deve contenere le seguenti informazioni:

  • nome e cognome dei soggetto coinvolti;
  • targhe dei due veicoli coinvolti;
  • nomi delle compagnie;
  • descrizione della dinamica del sinistro;
  • data del sinistro;
  • firma dei due conducenti o assicurati.

Esempio di modulo blu e contestazione amichevole

(Esempio di modulo blu o modulo di constatazione amichevole con indicazione dei danni subìti e causati dal veicolo e da terzi: l'immagine mostra la modalità di compilazione corretta per ridurre la tempistica di risarcimento diretto da 60/90 giorni a 30 - da luccarinisrl.com)

Risarcimento RC Auto: CHI può richiederlo?

Il soggetto che ha subìto un sinistro con un altro veicolo di cui non è responsabile o solo in parte deve rivolgersi direttamente alla propria compagnia assicurativa in caso di danni a:

  • cose trasportate di proprietà;
  • danni al veicolo;
  • lesioni gravi alla persona.

Nei casi sopra elencati si applica la procedura di risarcimento diretto, in cui la stessa compagnia deve erogare materialmente il capitale spettante per il rimborso delle spese di danni fisici e materiali. Solo in questi casi si deve fare richiesta diretta al proprio assicuratore. In tutti gli altri casi, il soggetto che subisce un sinistro deve rivolgersi all'assicuratore del veicolo/mezzo responsabile del danno. La responsabilità del sinistro può essere totale o in parte.

Risarcimento RC Auto: CHI NON può richiederlo?

Non è possibile richiedere il risarcimento diretto nei casi esposti nel seguente schema:

  • sinistro verificatosi all'estero;
  • sinistro con più di due veicoli;
  • sinistro in cui è coinvolto un ciclomotore non munito di nuova targa;
  • danni gravi al conducente.

NOTA BENE: in caso di sinistro con gravi danni al conducente, la richiesta di risarcimento diretto è applicata al rimborso per i danni al veicolo e cose trasportate; i danni alla persona devono essere richiesti  alla compagnia del veicolo responsabile.

Come fare richiesta di risarcimento RC Auto: VALUTAZIONE DEL SINISTRO

Danni superiori al 9%

Nel caso di sinistro con danni fisici o alle cose trasportate di tua proprietà, comprendendo lesioni non gravi non superiori al 9%, è possibile fare richiesta di risarcimento diretto e se le persone trasportate hanno subìto delle lesioni con invalidità permanente superiore al 9%.

Per fare richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa è necessario che l'incidente sia stato causato da due veicoli, identificabili, assicurati e immatricolati in Italia. Ciò significa che se il sinistro coinvolge più di due veicoli, non è possibile avanzare pretese sulla richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa. Non è possibile richiedere il risarcimento diretto se uno dei due veicoli coinvolti non è assicurato in Italia.

Se uno dei due veicoli, o anche entrambi, è un ciclomotore, il/i mezzi devono necessariamente essere targati in base alla nuova normativa di targatura entrata in vigore il 14 luglio 2006. Il soggetto che ha subìto il sinistro e desidera fare richiesta di risarcimenti diretto ha la possibilità di farlo solo nel caso in cui i ciclomotori/mezzi siano stati immessi in circolazione dalla data del nuovo regime di targatura in base al D.P.R. 6 marzo 2006, n. 153. Se il sinistro coinvolge ciclomotori targati ante quella data, non è possibile fare richiesta di risarcimento diretto alla propria assicurazione.

Richiesta di risarcimento RC Auto: A CHI INVIARLA?

La richiesta di risarcimento diretto alla propria compagnia assicurativa può essere:

  • consegnata a mano all'assicuratore;
  • inviata con raccomandata a.r. o a mezzo telegramma;
  • inviata via telefax o posta elettronica.

Come fare richiesta di risarcimento RC Auto: FAC-SIMILE LETTERA


Pervi un'idea, si propone qui di seguito un Fac-simile di lettera tipo da compilare per la richiesta di risarcimento diretto RC Auto alla propria compagnia assicurativa in caso di sinistro subìto o causato, in base alle regole stese sopra ( a chi spetta e a chi no):

Raccomandata A.R.

Indirizzo:___________________
___________________________
___________________________

Oggetto: Richiesta di "Risarcimento Diretto" ai sensi dell'articolo 149 del Codice delle Assicurazioni private (Decreto Legislativo n. 209 del 07/09/2005)

Io sottoscritto________________________________Codice Fiscale:________________________nato a: __________________________il___/___/_____e residente in:_______________________Via_____________________________________titolare di polizza n.____________________ con scadenza il___/___/_____ della Compagnia di assicurazioni:_______________________________ Agenzia di_____________ che copre il veicolo di mia proprietà targato__________________ modello________________inoltro formale richiesta danni per il sinistro avvenuto in data___/___/____ a (luogo)__________________________________________________________con il veicolo targato___________medello_______________ di proprietà di___________________ residente a________________________Via____________________________________________ed assicurato per la RCA con la Compagnia _____________________Agenzia di_______________polizza n._________________ scadenza il ___/___/____.

Allego la dinamica dettagliata dell'incidente, dalla quale risulta la responsabilità del conducente dell'altro veicolo.

Vi informo che il mio veicolo è a disposizione per la valutazione dei danni subiti al seguente indirizzo nei seguenti giorni _____________________________ alle ore_______. Vi prego di contattarmi anche telefonicamente al n.__________________e vi informo che in caso di mancato esito sul risarcimento entro 60 giorni dal ricevimento della presente potrò rivolgermi ad un legale.

Distinti saluti.
                                                                                                                                Firma
                                                                                                                 _______________________

Vi allego:

1) Modello C.A.I.;
2) testimonianze;
3) Certificazione medica delle lesioni;
4) Verbale Autorità intervenute (Polizia, Carabinieri, ecc.)

Richiesta di risarcimento RC Auto: EROGAZIONE INDENNIZZO

L'assicuratore è obbligato a proporre un'offerta di risarcimento diretto entro 60/90 giorni dal ricevimento della richiesta. Per formulare un'offerta di risarcimento per i danni causati a cose e al veicolo, la compagnia assicurativa ha 60 giorni; entro 90 giorni per formulare un offerta per risarcire i danni alla persona. Il risarcimento diretto può avere una tempistica ridotta a 30 giorni nel caso in cui i due soggetti coinvolti nel sinistro abbiano sottoscritto congiuntamente il modulo di constatazione amichevole (C.A.I.).

La richiesta di risarcimento diretto deve contenere tutte le informazioni dettagliate sul sinistro, corredando la documentazione anche di rilievi o disegni fatti dalle autorità. Per evitare errori nella formulazione e stesura della richiesta di risarcimento diretto, il soggetto coinvolto nel sinistro può rivolgersi direttamente al proprio assicuratore che ha il dovere di aiutare il proprio cliente. Una richiesta dettagliata e precisa permette anche di quantificazione meglio l'entità dei danni.

Con la richiesta di risarcimento diretto dalla propria compagnia assicurativa, in seguito alla formulazione dell'offerta e dall'accettazione, la somma deve essere versata entro 15 giorni. Se si ha bisogno di fare una richiesta risarcimento per un sinistro verificatosi con più veicoli, con lesioni gravi superiori al 9%, il soggetto danneggiato non può fare richiesta di risarcimento diretto ma deve inoltrare la sua richiesta alla compagnia assicurativa del veicolo responsabile.

Come fare richiesta di risarcimento RC Auto: VEICOLO NON ASSICURATO

Se ci si trova a fare richiesta di risarcimento diretto  e il veicolo coinvolto nel sinistro non è assicurato o non identificato, la domanda  deve essere rivolta all'impresa designata ed al Fondo di garanzia per le vittime della strada, la Consap; nel caso di sinistro con un veicolo estero, la richiesta di risarcimento diretto deve essere inoltrata all'Ufficio Centrale Italiano.

Nel caso di sinistro in cui un trasportato subisce delle lesioni, la richiesta di risarcimento diretto deve essere fatta alla compagnia assicurativa sulla quale viaggiava. La somma erogata a titolo di risarcimento è calcolata in base al massimale minimo di legge, ma se l'importo da risarcire è superiore a tale importo, il terzo soggetto danneggiato deve avanzare pretese verso la compagni assicurativa del veicolo responsabile del sinistro, per la parte residua del risarcimento.

Come fare richiesta di risarcimento RC Auto:

Anche in seguito alla richiesta di un risarcimento diretto è possibile conservare la propria classe di merito, in base alle clausole contenute nel contratto della polizza. Alche forme di assicurazione prevedono, infatti, il mantenimento della propria calse bonus/malus anche in caso di sinistro e di risarcimento. Per questo è importante verificare nella propria assicurazione due punti principali essenziali nel momento di richiesta di risarcimento diretto in caso di sinistro:

  • numero sinistri rientranti nel risarcimento diretto;
  • numero del sinistro/i, data, parti coinvolte.
Per richiedere il risarcimento diretto è importante rivolgersi a:

Stanza di compensazione c/o CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici S.p.A.)

  • Via Yser, 14 - 00198 Roma
  • www.consap.it
  • Tel: 06/85796.530 Fax: 06/85796.546-547
  • E-mail per il pubblico: rimborsistanza@consap.it.

Articolo letto 4.519 volte

Dott.ssa Maria Francesca Massa