Axa Drive, la app che potrebbe far risparmiare gli automobilisti

Axa Assicurazioni propone Axa Drive una app il cui scopo è quello di valutare lo stile di guida degli utenti, in modo da eliminarne gli eventuali difetti e che potrebbe presto essere compresa in un sistema di sconti tale da far risparmiare ai consumatori sino a 600 euro sulla Rc auto.

Risparmiare sulla Rc auto? Il sogno di milioni di automobilisti del nostro paese, alle prese con polizze che costano praticamente il doppio rispetto a quelle degli altri paesi europei potrebbe presto diventare realtà grazie a Axa Drive, l'innovativa app di Axa Assicurazioni (il gruppo del quale è parte integrante anche la compagnia diretta Quixa) con la quale è possibile mettere alla prova il proprio stile di guida, in modo da migliorarlo. Se qualcuno pensa che si tratti di una cosa fine a sé stessa, sta evidentemente sottovalutando la portata di Axa Drive, in quanto entro la fine dell'anno Axa Assicurazioni sembra intenzionata a varare un sistema di sconti sulle polizze basato proprio sull'uso dell'applicazione. Gli automobilisti più virtuosi potrebbero cumulare un risparmio tale da arrivare a sfiorare i 600 euro all'anno. Niente male in  un periodo in cui le Rc auto sono nell'occhio del ciclone a causa di costi che hanno spinto ben quattro milioni di utenti a rinunciare alla copertura assicurativa del proprio veicolo.

Immagini di un incidente stradale

(Arriva Axa Drive, la app che può valutare lo stile di guida e consentire risparmi sulla Rc auto)

Axa Drive è già disponibile gratuitamente tramite Apple Store e Google Play, permettendo di valutare una serie di parametri relativi alla guida in abbinamento al Gps. Tra questi parametri sono compresi la velocità, le frenate e le accelerazioni, e il modo di affrontare le curve, ad ognuno dei quali viene poi associato un punteggio. Nel corso della prova, l'applicazione non interagisce con il conducente, proprio per non distrarlo, mentre alla fine del test  comunica allo stesso il punteggio accumulato, accompagnandolo con una relazione dettagliata nella quale vengono messi in rilievo gli eventuali errori commessi, oltre ai consigli coi quali il guidatore può migliorare il suo stile di guida. Una volta salvati i risultati, si può creare un profilo utente nel quale si potrà poi reiterare il test, visualizzando un grafico coi progressi in corso d'opera che può a sua volta essere condiviso sui social network. Un simulatore quindi molto prezioso per cercare di eliminare i piccoli difetti che possono sporcare il nostro stile di guida e sfociare in errori con conseguenze spesso imprevedibili.
Considerate le polemiche in atto tra compagnie assicurative e associazioni di consumatori, la proposta di Axa Assicurazioni va salutata come un tentativo abbastanza originale di contenere i costi ormai fuori controllo delle polizze Rc auto. In mancanza di un accordo tra le parti in causa, teso a mettere insieme le esigenze delle assicurazioni e quelle degli utenti, con un contenimento di truffe e costi, proprio da iniziative di questo genere può essere attivato un percorso teso ad evitare i veri e propri scandali rappresentati ormai da tariffe che prefigurano l'utilizzo del proprio autoveicolo come un lusso. Basta leggere i dati relativi al vero salasso cui sono sottoposti i neopatentati, soprattutto quelli delle regioni centromeridionali, per capire come sia ormai improcrastinabile una riforma relativa alle Rc auto in grado di riportarne le tariffe a livelli europei. 

Articolo letto 541 volte

Dott. Dario Marchetti