Che cosa si intende per assicurazione temporanea di auto e moto? Quante tipologie di assicurazioni temporanee esistono? Come funzionano?

Tutto ciò che è necessario conoscere sulle polizze temporanee di auto e moto. Che cosa si intende per assicurazione temporanea, a chilometraggio o pay per use? Quali sono le tipologie di assicurazioni temporanee più comuni? Come funzionano e in quali casi esse sono convenienti? I link ai siti di comparazione delle polizze assicurative.

Le polizze assicurative delle auto e delle moto sono delle imposte obbligatorie, le quali consentono di tutelare sia il conducente, sia presunte terze persone, alle quali egli può aver recato danno, a causa di un incidente.

La quota della RC può talvolta esse molto alta, proprio per tale motivazione, le compagnie assicurative hanno escogitato un nuovo modo di somministrare il pagamento, non più unico ma suddiviso in comode rate mensili.

Ciò costituisce solo uno degli espedienti che le compagnie assicurative mettono in atto, al fine di venire incontro ai propri clienti.
Ad affiancare la rateizzazione delle RC si presenta la temporaneità delle stesse. Quando, ad esempio, non è necessario assicurare la propria auto e la propria moto per un tempo molto elevato, in quanto questi mezzi non vengono impiegati costantemente, è possibile ricorrere alla polizza temporanea, la quale consente di risparmiare notevolmente sul prezzo del premio da pagare.

Molte volte, infatti, sarà capitato di non usare una macchia per molto tempo e di tenerla all'interno della rimessa perché priva di assicurazione. In realtà, non è necessario stipulare un contratto di copertura annuale, o mensile, ma vi sono delle tipologie di polizza temporanee, così come si è detto precedentemente, le quali permettono di tutelare la propria auto per un periodo di tempo limitato, oppure per un determinato kilometraggio.

Tale polizza assicurativa risulta molto vantaggiosa per coloro i quali prevedono di servirsi delle proprie vetture o due ruote per tempi molto limitati; il risparmio è garantito in quanto i contraenti pagano il premio relativo ai tempi o ai chilometri effettivi di utilizzo del mezzo.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELL'ASSICURAZIONE A TEMPO DI MOTO E AUTO?

La possibilità di stipulare un contratto assicurativo a scadenza, per il proprio mezzo di trasporto, ovvero, con una durata stabilita dallo stesso assicurato, è un'usanza che si sta diffondendo sempre di più, in quanto costituisce un sollievo per gli automobilisti e i centauri stagionali.

Molto spesso, infatti, capita di usare la macchina o la propria moto, durante un periodo dell'anno molto limitato, ristretto a pochi mesi o ad una stagione. Giornalmente, infatti, si preferisce andare a lavoro usando i mezzi pubblici, dunque la propria macchia o moto rimane inevitabilmente chiusa in garage.

È obbligatorio pagare la RC anche quando la moto o la macchina non vengono usate? Chiaramente la risposta è no. Proprio per tale motivazione salta in ballo la polizza temporanea.

L'assicurazione auto temporanea può essere sottoscritta per un periodo di tempo che va da un giorno fino a sei mesi, ma a deciderlo è solo il conducente, il quale deve prevedere e stabilire la durata della copertura al momento della sottoscrizione.
Il prezzo del premio da pagare può variare da una compagnia all'altra, in quanto, ognuna di esse attribuisce ad età, sesso, potenza del veicolo e luogo di residenza del contraente, valori ben diversi che dunque possono incidere sul premio da pagare.
L'assicurazione temporanea rimane, comunque, un ottimo metodo per tutelare a pieno i danni sia fisici, sia morali sulle persone, come anche quelli materiali sulle cose, a seguito di un sinistro.

Il miglior metodo per comparare simultaneamente più offerte assicurative è un sito comparatore di tariffe: inserendo i dati necessari, in pochi minuti si è in grado di individuare la polizza temporanea più adatta alle proprie necessità.
Cliccando il link, qui di seguito, è possibile avere subito un primo raffronto tra polizze assicurative temporanee differenti: comparameglio.it.

QUALI SONO LE TIPOLOGIE DI ASSICURAZIONE TEMPORANEE DI AUTO E MOTO?

In base all'uso che si fa della propria autovettura o della propria moto, è possibile scegliere tra differenti tipologie di polizze assicurative temporanee che, per comodità, si suddividono nei seguenti raggruppamenti:

  • assicurazioni periodiche o giornaliera
  • assicurazioni di breve durata
  • assicurazione chilometrica o pay per use.

Le assicurazioni periodiche sono indicate per coloro i quali  usano la propria moto e la propria autovettura per periodi lunghi ma stagionali. L'esempio più pratico è quello di un possessore di moto, il quale decide di usarla solamente durante i periodi estivi. In questo caso, non è necessario che egli assicuri il proprio mezzo per tutto l'intero anno, ma è sufficiente stipulare una polizza assicurativa limitata ad un periodo di tempo stagionale.

Nel secondo caso, invece, l'assicurazione di breve durata viene scelta da coloro i quali usano il proprio mezzo di trasporto per periodi brevi ma ripetuti. Anche in questo caso è possibile fare un esempio reale, riferendosi ad un possessore di un'automobile, il quale durante la settimana preferisce spostarsi con i mezzi pubblici, mentre durante il fine settimana usa il proprio mezzo per spostarsi dalla città.

L'assicurazione chilometrica, invece, è un contratto di tutela del mezzo di trasporto, con il quale le compagnie assicurative garantiscono la copertura di un'auto o di una moto per un numero limitato di chilometri. Questa polizza è adatta a coloro i quali non impiegano frequentemente il proprio mezzo di trasporto, ma ne fanno uso solo in particolari casi; l'assicurazione viene incontro all'assicurato anche in questo caso, così da permettergli di risparmiare sul prezzo del premio, il quale verrà conteggiato solo per i chilometri stabiliti dal cliente.
Quest'ultima polizza può anche essere utile per non rinunciare all'assicurazione del proprio mezzo, anche quando esso deve essere trasportato da un luogo ad un altro per la demolizione.

Tutti i casi precedentemente esposti rappresentano delle condizioni favorevoli, ritagliate su misura in base alle reali esigenze di ogni cittadino, il quale, non volendo rinunciare alla RC, accetta termini e condizioni di compromesso che gli consentono di risparmiare sul premio da pagare.

COME FUNZIONA L'ASSICURAZIONE TEMPORANEA DI AUTO E MOTO?

Nella stipula delle assicurazioni temporanee, il premio viene pagato al momento della sottoscrizione del contratto. La quota, solitamente, è inferiore rispetto alla tradizionale assicurazione RC annuale, tuttavia, essa garantisce una copertura parziale sul proprio mezzo di trasporto, anche se per poco tempo.
Il costo della copertura assicurativa sul proprio mezzo è proporzionato al periodo di tempo durante il quale è previsto l'utilizzo, nonché anche all'uso che il contraente intende fare della propria auto o moto.

Una volta scelta l'assicurazione temporanea che più è conforme alle proprie esigenze, l'iter di attivazione e messa in pratica è il medesimo a quello della polizza annuale.
Per il risarcimento di danni provocati a terzi, durante il periodo di non copertura della polizza temporanea, è la stessa compagnia assicurativa che si avvale del diritto di rivalsa nei confronti del contraente, prevedendo il pagamento di una franchigia dallo stesso.

La polizza assicurativa temporanea prevede un contratto che si avvale di un premio basso e fisso, al quale, però, viene aggiunta una quota relativa ai giorni o al chilometraggio in base ai quali si intende usare il mezzo.

All'interno del contratto della polizza temporanea vengono annotati i giorni durante i quali si intende utilizzare la vettura (ad esempio, durante i fine settimana); in ogni caso, ogni volta che si ha intenzione di servirsi della vettura, è necessario comunicarlo alla compagnia assicurativa per telefono, via internet o per sms.
Va da sé che una polizza temporanea è adatta per coloro i quali fanno un uso limitato della propria vettura, ovvero che non superino i 120 giorni annui, in questo modo è possibile risparmiare circa il 30% rispetto ad un'assicurazione annuale tradizionale.

Qualora si scegliesse di stipulare una polizza a chilometraggio è obbligatorio installare all'interno della propria autovettura o sulla moto, un apposito dispositivo satellitare, in grado di conteggiare i chilometri percorsi.

La polizza assicurativa a chilometri risulta conveniente solo per coloro che con la macchina o in moto non superano un tragitto di 10.000 chilometri in un anno.
La stipula del contratto assicurativo di una polizza temporanea, può essere contratto sia presso un'agenzia della compagnia assicurativa, oppure direttamente on line.
Il calcolo della polizza assicurativa temporanea viene eseguito, considerando i seguenti fattori:

  • il tipo di vettura
  • la cilindrata
  • i cavalli
  • la classe di merito della vettura;
  • l'anno di immatricolazione
  • l'uso presunto del veicolo.

Il confronto tra vari preventivi risulta sempre il modo migliore per valutare attentamente la polizza assicurativa più adatta al proprio caso.

Articolo letto 10.170 volte

Dott.ssa Sara Tomasello